• Calendario/Archivio

  • febbraio: 2020
    L M M G V S D
    « Gen    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    242526272829  
    Cialente: “per l’Emilia tutt’altra solidarietà”

    Posted on mercoledì 5 giugno 2013

    Duecento milioni l’anno in sei anni “saranno del tutto insufficienti per ricostruire L’Aquila in tempi compatibili con le scelte di vita e le speranze dei cittadini”: è l’opinione di Cialente, che esprime la sua “insoddisfazione nel segnalare la necessità assoluta che una parte della somma sia resa anticipabile con cassa e competenza negli anni 2013, 2014 e 2015, unico modo per rispettare il cronoprogramma del Comune” condiviso dal presidente Letta.  E poi “devo rimarcare che l’altalenare di promesse o posizioni contrarie ci costringe a un lavoro massacrante e snervante, ben diverso dal trattamento riservato alla vicenda emiliana e che ha trovato tutt’altra solidarietà istituzionale”.

    “L’accordo sottoscritto la settimana scorsa al Senato tra me e il governo – ricorda in una nota Cialente – oltre il finanziamento di 1,2 miliardi prevedeva questa possibilità con un meccanismo di anticipazione bancaria da concedere direttamente ai proprietari delle case. L’emendamento era stato presentato per conto del governo direttamente dal relatore, ma la Ragioneria dello Stato, quindi il ministero dell’Economia, hanno fatto marcia indietro. Non va bene”.

    Le notizie arrivate da Roma nel pomeriggio, osserva Cialente, “…..tracciano un quadro meno oscuro di quello che si andava delineando nelle prime ore della mattina” . “Nell’esprimere soddisfazione per questi risultati – prosegue il sindaco dell’Aquila – devo rimarcare che l’altalenare di promesse o posizioni contrarie ci costringe a un lavoro massacrante e snervante, ben diverso dal trattamento riservato alla vicenda emiliana e che ha trovato tutt’altra solidarietà istituzionale”.  Tra l’altro, osserva, per quanto riguarda “l’emendamento di 1,2 miliardi, non è ancora chiaro se i proventi dell’aumento delle marche da bollo relative al 2013 siano stati assegnati al finanziamento delle missioni militari all’estero o al cratere”.

    “La previsione di una parziale anticipazione – continua Cialente – è aspetto centrale, poiché il Comune è ormai nelle condizioni di dare avvio quest’anno a cantieri per oltre 2 miliardi sulla base dei soli progetti presentati e in gran parte già approvati ai primi di maggio. Ritengo che in questi giorni e nel passaggio del testo alla Camera dei deputati dovremo insistere perché al Comune dell’Aquila siano anticipati 300 milioni quest’anno, 100 nel 2014 e altri 100 nel 2015”.

    MpL Comunicazione @ 21:00
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com