• Calendario/Archivio

  • agosto: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Cialente: no nuove tasse

    Posted on lunedì 14 gennaio 2008

    L’AQUILA – Il Comune dell’Aquila non aumenterà, nel 2008, la pressione fiscale. Lo hanno annunciato ieri il sindaco, Massimo Cialente, e l’assessore alle finanze Anna Maria Ximenes, nel corso di una conferenza stampa convocata per illustrare le principali novità contenute nel bilancio di previsione 2008 che ha già avuto il parere favorevole dal collegio dei revisori dei conti e che nei prossimi giorni inizierà l’iter consiliare per l’approvazione.
    L’Ici per abitazione principale resta al 5 per mille mentre diminuisce da 6,5 per a 5,5 per mille l’Ici per le abitazioni affittate a studenti universitari, con contratti regolarmente registrati. Grazie all’entrata in funzione del trituratore di rifiuti diminuirà del 5% anche la Tarsi, la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Il bilancio, in pareggio e conforme ai dettami del patto di stabilità, presenta circa 100 milioni di entrate e altrettanti di uscite. Le entrate correnti ammontano a circa 62 milioni. Per il personale (446 dipendenti) il Comune spende circa 15 milioni di euro l’anno. I trasferimenti alle sei società partecipate, che complessivamente impiegano 472 persone sono di 11 milioni di euro. In bilancio, tra le altre voci, figurano 100 mila euro per l’adesione alla Fondazione dell’Università e 150 mila euro per l’informatizzazione degli uffici. “Subito dopo l’approvazione del bilancio – ha spiegato l’assessore Ximenes – sarà costituito un centro unico dei costi”. Saranno esentati dall’addizionale Irpef tutti i titolari di reddito inferiore a 15 mila euro l’anno. “La scelta di non aumentare la pressione fiscale – ha detto ancora l’assessore – è stata una scelta complessa, difficile, per un Comune che si trova in una situazione come la nostra”. Cialente ha duramente criticato i precedenti nove anni di gestione del centrodestra: “Hanno aumentato la Tarsu per coprire le assunzioni fatte nelle aziende partecipate, che hanno raddoppiato il perso- nale. In 9 anni – ha aggiunto il primo cittadino – c’è stata poca attenzione ed è mancata la consapevolezza che sono stati gestiti soldi di tutti che vanno utilizzati per creare condizioni di vita migliori per i cittadini e per rendere la città più competitiva. L’aumento della Tarsi, soprattutto per le aziende, non ha aiutato il territorio ad essere competitivo”. 
    MpL Comunicazione @ 11:11
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com