• Calendario/Archivio

  • aprile: 2020
    L M M G V S D
    « Mar    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  
    Cialente getta fango…

    Posted on venerdì 24 febbraio 2012

    Una città all’avanguardia, a cui avrebbe lavorato il sindaco Massimo Cialente in questi anni, in particolar modo dopo il terribile sisma del 2009, noi non la riusciamo proprio a vedere. Siamo andati pure sul sito istituzionale del Comune dell’Aquila, per esserne certi, cercando la prova negli atti amministrativi, come ha indicato il Sindaco in un’intervista ad una tv locale, ma non abbiamo trovato niente.
    Massimo Cialente pare un’altra persona, non biascica più, si fa capire bene, altro che la confusione di questi cinque anni, dove chi lo ha compreso può essere stato solo un genio, ma alle sue parole, sicuramente ben affilate, manca il riscontro dei fatti. Piano strategico, piano urbano della mobilità, smart city, cioè un progetto per una città da ricostruire con metodi innovativi ed ecocompatibili sono parole che non hanno nulla a che vedere con L’Aquila, e con lo stato tremendo, con cui sarà restituita ai cittadini dall’attuale amministrazione. Che evidentemente non si rende conto, che quel poco che si sta rifacendo nelle periferie, non è affatto garantito nella sicurezza, tantomeno nei materiali innovativi.
    La mobilità e la viabilità, da far funzionare peraltro solo sulle poche strade che funzionano, non va, gli asfalti sono come quelli di Kabul e ovunque è degrado, desolazione e abbandono perché intorno alla distruzione del terremoto, c’è l’incuria del verde, la sporcizia ed il decadimento che chiunque può solo osservare impotente ed assuefatto.
    Massimo Cialente non vede nulla di tutto ciò, lui vede la miglior Giunta degli ultimi decenni, perché è gente che lavora fino allo spasmo, vede una dirigenza impegnata sugli atti, una macchina amministrativa che funziona, ed ancora le spa comunali sulla via del risanamento. In una città ormai pronta a rinascere, “ci sono voluti due anni per fare il Piano di ricostruzione” ha dichiarato Cialente, dimenticando che dal 2010 fino a due o tre mesi fa, non è passato giorno senza dire che questi Piani non servivano, oggi, senza scrupoli e al solo scopo elettoralistico, cambia versione, pensando di darla a bere agli aquilani, da cui cerca solo la riconferma.
    Il Sindaco in questo momento è una mina vagante, userebbe qualsiasi mezzo per apparire bravo e non ha alcun problema a buttare melma su chiunque, in qualche modo, pensa possa oscurarlo.
    Ha ironizzato, Massimo Cialente, sull’atteggiamento spavaldo dei consiglieri di sinistra in Aula, sempre in opposizione al suo operato, quando invece in Giunta, l’assessore di riferimento, con ovvi riferimenti a Pelini, di Rifondazione, avrebbe abbassato subito la cresta, una volta diventato uomo di governo, imboccando senza problemi la carreggiata giusta. Ed ha ancor di più affondato il colpo sull’Italia dei valori, per cui accettando le dimissioni dell’assessore Pezzopane, ne ha voluto apprezzare pubblicamente, il fedele voto in Giunta, su tutte le delibere adottate. Con un’ovvia stoccata a Mancini, che invece in Aula, ha sempre avuto l’atteggiamento opposto. Ci ha provato perfino con Masciocco di Sel, accusato di averlo abbandonato perché il Governo non gli piaceva, pur sapendo di aver distorto la realtà, visto che la contestazione di una città intera e dell’allora assessore, era per la ragione opposta, e cioè per il fatto che Massimo Cialente invece di scegliere il fianco degli aquilani, preferiva l’ossequio e il braccetto a Silvio Berlusconi, e a Guido Bertolaso. Il Sindaco chiede fiducia e voto agli aquilani sferrando colpi bassi ed offendendo gli aquilani, con una distorsione della realtà del capoluogo, che lui rappresenta in modo assolutamente falsato. Si chiede infine cosa sia la partecipazione dei cittadini ai processi decisionali, visto che dal suo punto di vista, gli aquilani hanno condiviso ogni sua scelta, bugie su bugie su cui nel corso di questa campagna elettorale, rischia veramente di farsi molto male.

    Alessandra Cococcetta per L’Editoriale

    MpL Comunicazione @ 15:46
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com