• Calendario/Archivio

  • novembre: 2019
    L M M G V S D
    « Ott    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
    Chiodi glissa

    Posted on lunedì 27 aprile 2009

    Chiodi non risponde sulla palese insufficienza dei fondi messi a disposizione dal governo per la ricostruzione. «In tutte le vicende che hanno riguardato i terremoti si facevano sopralluoghi in contraddittorio e si forfettizzava una somma – ha detto Chiodi -, questa è la prassi seguita in tutti i terremoti. Naturalmente se ci saranno delle cose che dovranno essere prese in considerazione, lo saranno. Questo non è l’ultimo decreto legge e nemmeno l’ultima ordinanza: ad Udine ce ne sono state più di cento.  L’importante era stanziare la somma necessaria – ha detto ancora Chiodi -, trovare le coperture ed individuare quelle che sono le tecniche di intervento in questa vicenda. E sulla ricostruzione come accaduto in tutti i terremoti si fa riferimento ad un’ ottica transattiva, magari una cosa che può essere più sofisticata e magari più conflittuale può determinare un allungamento di quelle che sono le procedure di spesa. Siccome l’obiettivo è essere più veloci, si è scelta la soluzione transattiva. Anche in questo caso, se verranno rappresentate situazioni diverse, verranno valutate». Chiodi non dice però che i 6,5MLD stanziati sono palesemente insufficienti. Qui non è questione di transazioni, i soldi non bastano. Punto e basta. Gli aquilani vorrebbero un presidente di regione che non sia sempre e comunque in linea con il governo, ma che tuteli anzitutto gli interessidell’Abruzzo e dell’Aquila. Un presidente della Regione che, quando occorre, sappia battere i pugni sul tavolo. E quando?
    E.T.

    MpL Comunicazione @ 08:06
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *