• Calendario/Archivio

  • aprile: 2020
    L M M G V S D
    « Mar    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  
    Chieti: Comune non va

    Posted on domenica 1 giugno 2008

    CHIETI. Consiglio comunale finito nuovamente prima del termine, nella seduta lampo di ieri pomeriggio: giusto il tempo di fare l’appello per vedere che non si arrivava alle 21 presenze necessarie per validare il Consiglio.

    Questa volta, almeno, magra consolazione, le assenze erano preordinate. Come era ampiamente prevedibile la maggioranza ha preferito rinviare in seconda convocazione la discussione di argomenti importanti come il bilancio preventivo e il relativo piano delle opere pibbliche. Se ne riparlerà, dunque, martedì mattina, sebbene lo slittamento in seconda convocazione non sia mai un segnale di buona salute per la coalizione di maggiornaza. Sul fronte opposto, il capogruppo di Forza Italia, Emilia De Matteo, a nome di tutti i gruppi d’opposizione, è tornata a ricordare che la Corte dei conti ha formulato raccomandazioni e segnalazioni “al fine di consentire eventuali, tempestive azioni di correzione alle persistenti criticità evidenziate già da tempo nelle relazioni dei Revisori dei conti e segnalate a gran voce dalla forze di opposizione di centro destra e, da ultimo, con l’esposto consegnato al prefetto”. Le criticità di cui parla la Corte, ricorda ancora la De Matteo, sono legate alla situazione economico-finanziaria del teatro Marrucino sulla quale non si è riusciti ancora a fare piena luce. Intanto in maggioranza resta aperto il caso Udeur. Gli uomini di Liberato Aceto non hanno preso parte al vertice pre-consiliare di maggioranza, così il sindaco Francesco Ricci ha deciso di incontrarli nella mattinata di ieri. All’incontro erano presenti i due consiglieri comunali Alberto Chiavaroli e Giuseppe D’Orazio, il segretario regionale Liberato Aceto, quello cittadino Federico Gallucci, il suo vice Enrico Iezzi e l’assessore Giuseppe Giampietro. “Non abbiamo partecipato al vertice di maggioranza prima del Consiglio – spiega Gallucci – perché le riunioni di maggioranza che servono per contare le mani che si alzeranno in Aula non ci interessano. Noi avevamo chiesto invece che fosse riattivato il tavolo politico di maggioranzaper tornare a parlare di quel famoso cronoprogramma di 10 punti di fine legislatura e allargare la base partecipativa delle scelte che contano. Ora ci viene chiesto un ulteriore tributo politico di fiducia per il voto a un bilancio che presenta, tra l’altro, qualche ombra di troppo, come si evince anche dalla relazione dei revisori dei conti. A fronte di tutta questa situazione non siamo in grado di decidere seduta stante sul da farsi”. Contando anche che il capogruppo consiliare, Nello D’Angelo, è fuori Italia e torna tra domenica e lunedì, si può anche ipotizzare che l’Udeur deciderà se votare o meno il bilancio in aula consiliare. Venerdì sera, intanto, il partito si è riunito nella sede del consigliere Chiavaroli – c’era anche il neo-commissario provinciale Rocco Di Marco – e ha fatto una accurata disamina della situazione che presenta nodi da sciogliere sia a livello regionale, che provinciale che comunale. Per quanto riguarda il Comune il sindaco Ricci si è detto comunque d’accordo a riprendere i lavori del tavolo politico e ha affidato proprio all’Udeur il compito di farsi promotore per una convocazione d’urgenza di questo organo. Ricci ha chiuso la riunione con attestazioni di fiducia nei confronti dell’assessore Giampietro, definendolo uno dei più presenti in Comune. Ma se il primo cittadino cerca di stringere a sé la sua maggioranza, qualche soccorso gli ariverà a breve anche dalla minoranza. E’ di ieri il comunicato con cui il gruppo consiliare della Dca sostituisce il proprio capogruppo. Al posto di Pietro Supino ci sarà Paolo Sablone. Il comunicato è firmato dallo stesso Sablone e dai colleghi Marcello Scurci, Venturino Tamburro e Raffaele Di Felice. Di Supino, neanche l’ombra. D’altronde il consigliere aveva già fatto trapelare l’intenzione di voler abbandonare il partito. Il suo voto, nel caso di un tirarsi indietro dell’Udeur, potrebbe risultare più che utile.

    MpL Comunicazione @ 07:58
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com