• Calendario/Archivio

  • ottobre: 2019
    L M M G V S D
    « Set    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
    Castello dell’Aquila: al via i lavori

    Posted on giovedì 31 maggio 2012

    Con la consegna del cantiere alla ditta incaricata, parte il restauro dell’asse principale del Forte spagnolo dell’Aquila. La sezione sud-est, quella che ospitava il Museo nazionale d’Abruzzo, le sale espositive temporanee e l’Archidiskodon Meridionalis Vestinus (noto come ”mammuth”), tornera’ ad essere di nuovo fruibile nel giro di pochi anni.

    Si tratta di un primo lotto di interventi, finanziato con fondi ordinari del Ministero per i Beni e le Attivita’ culturali, pari a circa 5 milioni di euro. In particolare, al primo stanziamento di un milione e mezzo di euro, si aggiungono due rimodulazioni dei finanziamenti del gioco del lotto (annualita’ 2010-2011) per un milione e 650 mila euro; un altro milione e mezzo di euro arriva poi dal Programma Arcus (la societa’ partecipata dal Ministero), per il 2011, gia’ approvato. ”Con queste risorse – spiega il direttore regionale per i Beni culturali e Paesaggistici per l’Abruzzo, Fabrizio Magani – contiamo di recuperare una parte del monumento, che evidentemente ha bisogno di somme ben piu’ ingenti, e precisamente l’asse sud-est, l’ingresso con il colonnato maggiormente danneggiato. Contiamo di terminare questo primo intervento in due anni e mezzo”. Nel frattempo, si sta lavorando per aprire anche il cantiere dell’ex mattatoio che, in tempi brevi, diventera’ ulteriore sede espositiva del Museo nazionale d’Abruzzo, di cui inizialmente ospitera’ parte della collezione. La prima azione sul Forte servira’ a contrastare il fenomeno di spostamento in avanti e di rotazione del colonnato, attraverso la sistemazione di catene di ancoraggio tra la parete esterna e quella interna; e’ questa l’opera piu’ urgente perche’ su cinque metri di struttura l’inclinamento ad oggi e’ di 15 centimetri.

    MpL Comunicazione @ 10:25
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *