• Calendario/Archivio

  • ottobre: 2018
    L M M G V S D
    « Set    
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  
    Caruso (Provincia) “regala” la provincia a Di Pangrazio

    Posted on venerdì 4 agosto 2017

    Il neo-eletto Presidente della Provincia, Caruso, parte davvero male, a giudicare dalle reazioni tra il sorpreso e l’indignato che sta suscitando il suo primo provvedimento. Caruso, con propria disposizione del 3 agosto,  nomina Gianni Di Pangrazio, ex sindaco di Avezzano e dipendente della Provincia, supermanager, portavoce e factotum dello stesso Ente. Praticamente tutto. 

    Caruso premia  Di Pangrazio, sconfitto alle elezioni comunali di Avezzano, con l’attribuzione di funzioni fondamentali dell’Ente,  delegando ad un tecnico un ruolo politico ingombrante, inopportuno e spropositato, come nel caso delle funzioni di portavoce del Presidente, nonché di indirizzo e controllo. Si tratta chiaramente di deleghe politiche tipiche dei consiglieri eletti che, a quanto pare, non sono stati neppure sentiti.

    Una partenza fasulla per il Presidente Caruso  al quale non restano che due strade: rimediare o dimettersi. Attese le reazioni dei sindaci dell’Aquila e di Avezzano che, dai rumors, sarebbero estremamente irritati con Caruso.

    La domanda che circola tra gli addetti ai lavori è: Caruso ha agito in solitaria, oppure c’è uno sponsor politico dietro tutto questo, e quindi accordi innominabili in vista delle elezioni politiche di primavera? Sapremo a breve.

    leggi pure

    Provincia, Verrecchia: “Caruso revochi incarico politico conferito a Di Pangrazio”

    Delibera a sorpresa, il neo presidente Caruso “consegna” la Provincia in mano a Di Pangrazio che diventa manager

    MpL Comunicazione @ 13:11
    Filed under: News MpL

    One thought on “Caruso (Provincia) “regala” la provincia a Di Pangrazio”

    1. cacasenno ha detto:

      Che dire? .non ci sono commenti, …….. in che mani siamo capitati!

    Rispondi a cacasenno Annulla risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *