• Calendario/Archivio

  • dicembre: 2020
    L M M G V S D
    « Nov    
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
    Caduta libera

    Posted on martedì 13 gennaio 2009

    Pagelle impopolari per l’Abruzzo e, in modo particolare, per il sindaco di Chieti Ricci e il presidente provinciale di Chieti Coletti. Il “Governance Poll 2008”, targato Sole 24 Ore, ha bocciato sonoramente il primo cittadino di Chieti, con il numero 101, che rispetto al risultato elettorale precedente, quando si impose con il 64,3% dei consensi, oggi si è fermato al 46%, ben il 18.3% dei favori persi per strada.

    Il dato in caduta libera di Ricci, che viene fuori dalla graduatoria pubblicata dal quotidiano economico della Confindustria, e curata da Ipr Marketing, appare una conferma di un trend negativo dove è l’intero centrosinistra abruzzese ad essere schiacciato dalla vicenda nata con gli arresti dell’ex presidente della Regione Abruzzo Ottaviano Del Turco, il 14 luglio 2008. Difatti la batosta riguarda anche per il sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, che si ferma 9 punti sotto il risultato ottenuto l’anno scorso passando dal 56% dei consensi al 47% e posizionandosi al 99esimo posto. Fuori concorso Luciano D’Alfonso, per via dei domiciliari scattati nei giorni in cui Ipr Marketing effettuava le rilevazioni. E a completare la brutta figura, come abbiamo visto, ci sono anche i presidenti di Provincia abruzzesi, tutti del centrosinistra e tutti in caduta libera. Il gradimento di Coletti è sceso dal 54,9% del consenso iniziale al 42% attuale. Il presidente della Provincia di Pescara, Pino De Dominicis, è al 98esimo posto, dal 53,1% al 45,5%, il suo collega di Teramo, Ernino D’Agostino, sta al 57,4% del giorno dell’elezione all’attuale 46%, e la presidente della Provincia del’Aquila, Stefania Pezzopane, si è fermata al 95esimo posto. E come da manuale, le bordate più toste, sono arrivate, come era prevedibile da Chieti. Il capogruppo di Forza Italia al Comune di Chieti, Emilia De Matteo, ha sottolineato che per Ricci il responso del Sole 24 Ore rappresenta la sconfitta della politica del centro sinistra teatino . “Il sindaco – commenta De Matteo – non ha più scuse e non potrà continuare ad affibbiare le colpe dei suoi fallimenti su chi l’ha preceduto nel governo della città. Idem con patate, il commento del capogruppo di An. “Dopo il negativo risultato elettorale alle recenti consultazioni regionali – precisa Mario Colantonio – il sindaco di Chieti incassa un altro duro colpo e crolla al 46% del gradimento con i cittadini ormai esasperati da un centro sinistra che ha dimostrato di non sapere amministrare. Sono quasi venti i punti percentuali che Ricci & Co hanno perso negli ultimi quattro anni ma ciò non basta per farli desistere dall’accusare il centro destra”.

    MpL Comunicazione @ 19:33
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com