• Calendario/Archivio

  • novembre: 2019
    L M M G V S D
    « Ott    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
    Barca in tour…basta chiacchiere!

    Posted on lunedì 16 aprile 2012

    Il ministro per la coesione territoriale Fabrizio Barca  sarà in Abruzzo oggi e domani.  Oggi sarà a L’Aquila per ascoltare i progetti degli studenti in tema di ricostruzione, poi si sposterà nel chietino dove presso il Municipio di Fara San Martino prenderà parte ad un confronto con sindaci e imprenditori impegnati nel settore turistico.  Nel pomeriggio, a Santa Maria Imbaro il ministro Barca parteciperà al workshop “L’innovazione per lo sviluppo: le sfide per il futuro”. Il viaggio proseguirà il 17 aprile a Pescara dove nel corso della mattinata incontrerà i dirigenti scolastici e, successivamente, gli operatori dei nidi per l’infanzia e delle ADI.  Chiuderà la due giorni abruzzese l’incontro con la Consulta del Patto per lo sviluppo dell’Abruzzo….

    Fin qui la notizia. Osserviamo che il ministro Barca, pur avendo il ruolo di ministro tecnico,  ha già assunto quasi tutti i vizi dei consumati politici. Barca è venuto all’Aquila già 5 volte (continuando così raggiungerà presto le 27 visite di Berlusconi), ha discettato di smart city e di sviluppo, ha promesso, promesso, promesso  sulla ricostruzione pesante e del centro storico. Ma  le promesse restano tali, anche se fatte da un ministro tecnico; si tratta in questo caso di promesse politiche fatte da ministro tecnico, ma per gli aquilani la pappa non cambia.

    L’ordinanza partorita dal Governo dopo il giro di consultazioni di Barca è irricevibile: cancellati i vicecommissari, senza riattribuire ruoli e risorse; totale incertezza sulla governance; ulteriori giri e passaggi e complicazioni per i famosi 5 preventivi; nulla di deciso per gli emendamenti al malfatto Piano di ricostruzione presentato da Cialente con due anni di ritardo; nulla di fatto per le seconde case, per le aree a breve, per lo sblocco delle E e dei lavori pubblici già finanziati …. Insomma, come hanno osservato sconsolati molti osservatori, con Barca non è cambiato ancora nulla rispetto a Cialente-Chiodi. Anzi, il buon Gianni Letta qualcosa faceva, sbloccava, mediava. Ora, il nulla, chiacchiere a parte. E gli aquilani delle chiacchiere sono stanchi. E’ primavera, si apre la finestra dei lavori. Non basta un palazzo a Pettino o una demolizione al Torrione per fare la primavera della ricostruzione.  Se non partono i cantieri E e le aree a breve entro settembre, un altro anno sarà passato invano, Barca o non Barca.

    MpL Comunicazione @ 11:36
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *