• Calendario/Archivio

  • settembre 2022
    L M M G V S D
    « Gen    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
    Botta&Risposta

    Posted on giovedì 12 novembre 2009

    Ieri il Prefetto dell’Aquila lamentava l’indisponibilità degli Angelini a tenere un incontro. Oggi in una lettera allo stesso Prefetto di L’Aquila e’ la Chiara Angelini, amministratore del Gruppo Villa Pini, a spiegare il punto di vista dell’azienda circa l’incontro. "Nel 2007 eravamo piu’ di 2300. Dopo il passaggio del cancro infetto di una certa politica, 700 persone hanno perso il lavoro. Nel 2008 Enzo Angelini ha fatto quello che in Italia non si dovrebbe fare mai: ha parlato. Da allora, ogni genere di vessazione e’ stato perpetrata ai danni di questa azienda (basti pensare che sono intervenute 192 ispezioni solo negli ultimi due anni). Destra e sinistra hanno ingaggiato una lotta su chi riesca a far chiudere per prima Villa Pini. La conseguenza di gettare sul lastrico 1600 famiglie e’ un prezzo che la politica e’ disposta a pagare. D’altronde non bisogna dimenticarsi che nella denuncia da me presentata contro l’assessore Venturoni, egli disse ai lavoratori : ‘i soldi li avrete, ma il vostro padrone lo faro’ chiudere, cosi’ imparera”. Il Prefetto dell’Aquila alcuni giorni fa dichiaro’ in una riunione che avrebbe promosso un tavolo tecnico di accertamento dei crediti dovuti al Gruppo. Venturoni ha inviato oggi un fax all’azienda in cui annulla il tavolo tecnico che sara’ subordinato a un incontro dell’azienda col Prefetto. Il nostro diritto ad accertare il debito che la Regione ha nei nostri confronti e’ dunque subordinato a condizioni. Nel corso del 2007 la Regione ha praticamente interrotto i pagamenti al Gruppo. I lavoratori sono stati investiti dal problema soltanto a fine anno, e non sono mai stati messi al corrente degli sforzi aziendali posti in essere per garantirgli la retribuzione. Siamo alla fine del 2009, e l’azienda e’ ancora in piedi. Credo non serva aggiungere altro, se non che, stavolta, non siamo disponibili a sottostare a nessuna ‘forma di pressione’ come in passato e a cui non ci piegheremo mai piu’.
    MpL Comunicazione @ 21:43
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com