• Calendario/Archivio

  • novembre: 2019
    L M M G V S D
    « Ott    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
    Berlusconi: “la crisi è nei fatti”

    Posted on giovedì 31 ottobre 2013

    «E cosa dovremmo dirci?». È questa la domanda che Silvio Berlusconi si pone retoricamente prima di cancellare il pranzo in programma a Palazzo Grazioli con Alfano ed i ministri del Pdl. Ai governativi, il Cav., non ha più nulla da dire. La crisi è nei fatti. Con Berlusconi sempre più convinto che il grande vecchio ed il Pd stiano «facendo di tutto per eliminarmi».

    La decadenza del Cavaliere, insomma, sarebbe una sorta di trofeo che il nuovo segretario del Partito democratico Matteo Renzi consegnerà al suo elettorato, per la sicura vittoria. Nonostante Pd e Pdl convivano nella stessa maggioranza che sostiene il governo di Enrico Letta, l’obiettivo del premier e del futuro segretario del Pd sarebbe quello di liberarsi del Cavaliere e di farlo il più velocemente possibile. Una partita nella quale – dice ormai apertamente il leader di Forza Italia nelle sue conversazioni private – stanno giocando un ruolo chiave proprio i ministri del Pdl. È questo il motivo per cui Berlusconi li vede ormai lontanissimi, al punto di considerarli quasi degli estranei.

    Oggi Berlusconi vede i  falchi. La tentazione dello strappo c’è ed è strisciante per tutta la giornata perché l’ex premier si sente vittima di un vero e proprio «agguato» da parte del Pd. Ma i numeri ci sono per far cadere Letta?  La rottura ormai è nei fatti.  Il voto del Senato sulla decadenza di Berlusconi sarà calendarizzato per metà novembre ma sarà sulla legge di Stabilità che il Pdl farà ballare il governo. Un esecutivo ormai considerato «apertamente ostile». Come i ministri del Pdl e come il Quirinale.

    Ecco perché il Cav. promette che non farà più sconti a nessuno. A partire da Enrico Letta. Ma i numeri ci sono?

    MpL Comunicazione @ 12:14
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *