• Calendario/Archivio

  • marzo: 2019
    L M M G V S D
    « Feb    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031
    Basta con l’Eurocrisi. L’insegnamento del passato

    Posted on giovedì 22 novembre 2018

    Quanto sta accadendo oggi in Europa non è una novità. E’ accaduto molte volte in passato, e senza risalire troppo indietro nel tempo, è accaduto nei rapporti tra Inghilterra e colonie americane subito prima della Guerra di Indipendenza (1775).  Lo racconta  Benjamin Franklin, in una cronaca magistrale di quel tempo (vedi poi). La situazione odierna è analoga a quella di allora: il nostro Paese fa parte di una Unione Europea che non è però Stato federale. Abbiamo rinunciato alla sovranità, che si esprime nel coniare moneta, e non abbiamo una Banca centrale titolare di una politica monetaria e fiscale comune agli stati membri (la BCE non svolge le funzioni tipiche della Banca centrale come lo era Bankitalia prima dell’ingresso nell’Euro).  Per farla breve, la  nostra economia è “colonizzata” dalla finanza globale, che impone ai privati ed ai governi di utilizzare unicamente moneta presa in prestito dato che non possiamo battere moneta.  Ora,  se la moneta non può essere coniata, ma solo  prestata, ne circola troppo poca per garantire lo sviluppo e garantire il primo obiettivo del Trattato di Maastricht del 1992 (la piena occupazione). Il  denaro viene mantenuto artificialmente scarso per soddisfare unicamente gli interessi di chi mercifica e lavora con il denaro, ovvero la finanza globale ed i suoi lacché. La conseguenza dei 26 anni di politiche europee basate sugli interessi della finanza è quella evidente a tutti:  mandare  in depressione l’economia colonizzata  per mancanza di liquidità (con la sola eccezione della Germania che ottiene per altri motivi immani vantaggi dal sistema per via della sottovalutazione del marco).  I coloni americani trovarono una soluzione (XVIII secolo) che funzionerebbe anche oggi per fare ripartire l’economia reale ed assicurare a tutti un lavoro.  Lo strumento è quello dell’emissione di Moneta Fiscale (vedi poi). Ma come andò a finire nel XVIII secolo? I colonizzatori vietarono ovviamente ai colonizzati di coniare moneta, scoppiò la Guerra di Indipendenza, e le colonie vinsero. Ora le guerre si fanno con i mass-media e con lo spread, ma la sostanza non cambia.  Chi vincerà però non si sa.  Leggi tutto….

    https://bastaconleurocrisi.blogspot.com/2018/06/moneta-fiscale-per-rimettere-in-moto.html

     

    e per approfondire la storia che si ripete….

     

    Le monete coloniali in America prima dell’indipendenza degli USA: la cartamoneta era il segreto della loro ricchezza

    MpL Comunicazione @ 12:13
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *