• Calendario/Archivio

  • gennaio: 2020
    L M M G V S D
    « Dic    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
    Barattelli (ANCE) reagisce

    Posted on venerdì 11 giugno 2010

    Reagisce duro Ettore Barattelli al massacro mediatico al quale è sottoposto da giorni.  Politici di professione travestiti da cultori del giornalismo e presunti tutori della legge portano avanti  ad arte la tesi della cricca aquilana, nonostante le smentite e l’evanescenza degli indizi.  “Sono false le affermazioni ed i fatti pubblicati secondo i quali la Btp e il Federico II farebbero parte della cricca dell’Aquila” Così il costruttore aquilano Ettore Barattelli, presidente del Consorzio Federico II, per la prima volta esce pubblicamente allo scoperto per controbattere “Le falsità che vengono fuori periodicamente, soprattutto in relazione alla presunte raccomandazione del coordinatore nazionale del Pdl, Denis Verdini, sia sulla Btp sia sul Consorzio per lavori per la ricostruzione dell’Aquila”.

    “Se le raccomandazioni fossero state vere, sarebbe dovuto risultare ben altro visto considerando che il grosso degli appalti di Protezione civile sono stati sul progetto Case, con circa 800 milioni di euro, al quale né il Consorzio Federico II né la Btp hanno partecipato”. Secondo il consigliere di amministrazione della cassa di risparmio della provincia dell’Aquila e vice presidente dell’associazione costruttori della provincia dell’Aquila., “si continua a portare avanti una tesi falsa per dimostrare a tutti i costi che all’Aquila c’é una cricca che ci vede protagonisti”.

    "A questo punto devo pensare che esiste una strategia ben precisa di escludere le imprese locali dalla ricostruzione di questa città, altrimenti non mi riesco a spiegare le motivazioni di questo accanimento nei nostri confronti”. Nel sottolineare che il consiìorzio al 31 dicembre 2009 ha fatturato circa un milione e mezzo di euro, Barattelli, che fa parte di una storica famiglia di costruttori aquilani, sottolinea che “viene riaffermata una tesi" anche dopo le smentite dei fatti.

    “Puntualmente – ha continuato – esce di nuovo fuori che Verdini ha raccomandato per gli appalti aquilani gli imprenditori e la Btp che fanno parte del nostro consorzio, il Federico II. Come più volte dimostrato in questa vicenda, la Btp che è la sesta azienda italiana con 600 milioni di euro di fatturato, quindi un colosso delle costruzioni in Italia, ha vinto in associazione di impresa con una quota del 16% , capogruppo la Cmb di Martinisicuro e poi Vittorini Emilio Costruzioni dell’Aquila, l’appalto di circa 7 milioni di euro per la realizzazione della scuola media Carducci. L’appalto è arrivato dopo aver perso otto gare e di questo posso esibire i documenti”.

    A tale proposito, Barattelli spiega che “da tre mesi ho inviato una lettera al procuratore Rossini per chiedere di essere ascoltato e produrre documenti che dimostrino quanto sto dicendo”. “Non so che pensare, forse, sto pagando lo scotto di aver difeso la categoria dagli attacchi post terremoto quando in molti dissero che all’Aquila – conclude – i costruttori avevano costruito case di cartone e case di sabbia”.


    MpL Comunicazione @ 13:20
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *