• Calendario/Archivio

  • aprile: 2021
    L M M G V S D
    « Mar    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
    Autotrasporto, crisi

    Posted on venerdì 23 gennaio 2009

    La crisi si espande a macchia d’olio ed investe tutti i settori. Pochi ordini, camion che viaggiano mezzi vuoti. Aziende in grande sofferenza. In questa situazione di crisi si svuotano le autostrade, ed infatti si circola molto meglio soprattutto sull’A14.  I trasportatori aderenti a Confartigianato Trasporti, denunciano la grave crisi che sta investendo il comparto dell’autotrasporto e per questo hanno chiesto lo stato di crisi del settore con un intervento della Regione Abruzzo teso ad introdurre gli ammortizzatori sociali nel settore ed interventi di sostegno per favorire la diversificazione delle imprese.

    «La quantità di merce», spiega Vianale, «si sta riducendo significativamente, le imprese fermano i Tir e sospendono il personale, l’indebitamento sale mettendo a rischio di chiusura il 20% delle aziende».  In un contesto cosi pesante Confartigianato Trasporti Pescara punta sulla cooperazione tra imprese di trasporto per creare sinergie e superare questa difficile battaglia.   Con la sinergia è infatti possibile ridurre i costi di gestione e migliorare la qualità dei servizi offerti alla committenza.  «Confartigianato Trasporti invita il ministro Matteoli ad attuare i provvedimenti contenuti nella legge finanziaria ed a sostenere le rivendicazioni degli autotrasportatori, con l’introduzione del contratto scritto e dell’osservatorio necessario per definire i costi minimi delle imprese».

    Infine Confartigianato rivendica alle Province ed alla Regione la possibilità di regolarizzare con procedure semplificate le imprese con piccoli autoveicoli che devono sostenere gli esami evitando lunghi e costosi corsi di formazione.   Da diversi anni a questa parte il settore dell’autotrasporto sta attraversando una grave crisi che in parte dipende dalla composizione del settore (il 90% formata da microaziende) e dall’altra dagli elevati costi di esercizio, da una concorrenza rovinosa che viene svolta dai vettori dei paesi dell’Est  e dall’abusivismo e dall’illegalità molto diffusa nel settore.

    MpL Comunicazione @ 10:43
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com