• Calendario/Archivio

  • novembre: 2020
    L M M G V S D
    « Ott    
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  
    Attesa per G8

    Posted on domenica 14 giugno 2009

    "Ci Sono crescenti segnali di stabilizzazione nelle nostre economie». Tutto qui. Segnali. Il G7 (con coda G8) dei ministri dell’Economia chiusosi ieri a Lecce liquida un non-accordo, in particolare fra Usa e Germania, sul testing alle banche, e si aggrappa al termine «segnali» per non dichiarare il fallimento. Il nostro ministro Tremonti, all’apertura si definiva «ottimista». Il suo ottimismo però sembra essersi arenato nel caldo torrido di questo inizio estate pugliese e sull’irrigidimento delle posizioni fra Berlino e Washington. Alla delegazione del Tesoro statunitense, infatti, interessa che in Europa si adottino stress test sulle banche sul modello di quelli condotti negli Usa, pubblicando i risultati. La posizione americana trova una sponda in Sarkozy ma Berlino è, e continua a rimanere, contraria. Il “Lecce framework” «non è un insuccesso ma un successo, un’evoluzione», si sbilancia Tremonti. In realtà si tratta di indicazioni, già contenute nei Global standard, per regolamentare il commercio internazionale e poco più. L’unica di novità è il cambio di nome.Per ottenere «questi obiettivi abbiamo raggiunto un accordo sulla necessità di sviluppare il Lecce framework, un set di comuni principi e standard rispetto alla condotta dell’economia internazionale e la finanza, costruito sulle esistenti iniziative», ha proseguito Tremonti. Un framework costruito «su esistenti iniziative» (Global standard), ovvero il nulla di fatto nell’avanzamento di proposte concrete per uscire dalla crisi e soprattutto per imporre regole comuni certe per impedire che il problema si riproponga in futuro. Maquillage e un banco di prova di come gestire la militarizzazione dei prossimi appuntamenti e in particolare quello di luglio a L’Aquila. Poche centinaia di manifestanti, solo duecento giunti in treno scortati da un’imponente spiegamento  delle forze di polizia, negozi chiusi, qualche turista perplesso nella canicola di mezzoggiorno e la città blindata da miglia di uomini degli apparati di sicurezza. «Desidero manifestare apprezzamento e gratitudine per tutti coloro che, indossando una divisa, hanno permesso il perfetto svolgimento del G8 dei ministri dell’Economia nella città di Lecce», si è spinto a dichiarare un entusiasta sottosegreario al ministero dell’Interno, Alfredo Mantovano. Diciamo che l’allarme, montato ad arte da alcuni mezzi di informazione vicini all’attuale maggioranza di governo, si è dimostrato ancora più infondato delle aspettative del summit del G7 economia.  
    Intanto fervono i preparativi nel capoluogo di regione distrutto dal sisma del 6 aprile. E alcuni dei comitati di cittadini cominciano a temere che si intenda provocare apposta tensioni e incidenti per distogliere l’attenzione dei media dalle prevedibili proteste sulla mancata ricostruzione.

    MpL Comunicazione @ 08:16
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com