• Calendario/Archivio

  • marzo: 2021
    L M M G V S D
    « Feb    
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  
    Antonio Verini: commissariare enti

    Posted on mercoledì 8 ottobre 2008

    Antonio Verini: “Ridurre subito i costi della politica con il commissariamento degli Enti regionali. Eliminare le postazioni politiche inutili”

    “Ho presentato un progetto di legge finalizzato a ridurre immediatamente i costi della politica,  per via della soppressione di alcuni enti strumentali regionali. Invito il presidente del Consiglio regionale Roselli, molto distratto ad inaugurare palazzi inutili a Pescara,  a prevederne la discussione alla prossima seduta dell’assise” – scrive Antonio Verini.


    “La mia proposta di legge è fondata su un meccanismo  semplicissimo. Nell’attesa di procedere al complessivo riordino della giungla delle società controllate e partecipate dalla Regione, si deve provvedere al loro commissariamento immediato, facendo decadere gli organi di governo di nomina regionale. Alcuni enti, poi, possono essere soppressi subito: è il caso della FIRA, un ente ormai inopportuno oltre che inutile, è il caso di Abruzzo Lavoro, le cui competenze residue possono essere rapidamente trasferite alle province, è il caso della GTM, che può essere subito assorbita dall’ARPA, e così via” – continua Verini.

    “Sul tema dei costi e degli sprechi della politica si sono fatte tante chiacchiere, in questi tre anni di governo Del Turco, ma nessun fatto è stato compiuto.   Da subito possono essere inoltre eliminate le posizioni di nomina politica e messe già all’indice dalla legge Finanziaria 2008 (n.244/07): occorre revocare dunque i vicepresidenti, ed insieme a loro i direttori ed i vicedirettori generali.  Non si comprende poi perché nelle società regionali i   compensi dei membri del Collegio sindacale siano troppe volte allineati ai massimi previsti dalle tariffe professionali”.

    “Ora basta con questi sperperi: dobbiamo dare un segnale concreto di buona politica ancora prima delle elezioni.    Gli Enti strumentali e le Società partecipate e controllate dispongono di circa 250 sedi e uffici sul territorio regionale, e di una pletora di direttori, vice direttori, consigli di amministrazione e presidenti. Un apparato tanto elefantiaco quanto inutile, del quale l’Abruzzo non può permettersi più il lusso.  Ovviamente la riduzione dei costi deve riguardare i livelli politici e di governo (membri dei consigli di amministrazione, dirigenti di nomina politica, revisori de conti, ecc.) e non già il personale operativo  che sarà riattribuito, attraverso l’accorpamento, agli enti riformati o alle direzioni regionali” – conclude Antonio Verini.

     

    MpL Comunicazione @ 12:58
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com