• Calendario/Archivio

  • agosto: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Agenzie sotto inchiesta

    Posted on martedì 9 agosto 2011

    Come spesso accade in Italia, la Magistratura deve supplire alla impotente assenza e deficienza della politica. Giudizi falsi, infondati o comunque imprudenti sul sistema economico-finanziario e bancario italiano: cos le agenzie di rating Standard & Poor’s e Moody’s avrebbero manipolato il mercato, secondo l’accusa ipotizzata dalla procura della repubblica di Trani. quanto si legge nell’ Ordine di esibizione di atti e documenti eseguito il 3 agosto scorso presso la Consob, dove la Guardia di finanza di Bari ha prelevato la documentazione relativa al procedimento di registrazione delle due agenzie. Sarebbero sei gli indagati nell’ambito dell’inchiesta: tre analisti con funzioni apicali di S&P, uno di Moody’s e i responsabili legali per l’Italia delle due agenzie. Per quanto riguarda Moody’s, gli indagati sono accusati del reato di manipolazione del mercato per avere elaborato e diffuso il 6 maggio 2010, a mercato aperto, verso le ore 11.15, notizie false (anche in parte) sulla tenuta del sistema economico e bancario italiano. Nel report sarebbero stati espressi giudizi da ritenersi falsi, infondati o comunque imprudenti secondo quanto asserito da altre agenzie di rating oltre che dalle supreme autorit nazionali. In conseguenza della diffusione dei giudizi di Moody’s si determinava un’alterazione (da quantificare) di strumenti finanziari. I tre analisti di S&P sono invece accusati, oltre che di manipolazione del mercato anche di abuso di informazioni privilegiate per aver elaborato e diffuso, nei mesi di maggio, giugno e luglio 2011 – anche a mercati aperti – notizie non corrette (dunque false anche in parte), comunque esagerate e tendenziose sulla tenuta del sistema economico-finanziario e bancario italiano. Il 20 maggio 2011 divulgavano in un report l’avvenuto taglio dell’outlook del debito sovrano dell’Italia da stabile a negativo, con giudizi/previsioni da ritenere falsi, parzialmente infondati e comunque imprudenti, tendenziosi e scorretti (anche nelle forme di comunicazione) secondo quanto asserito da altre Agenzie di rating (Moody’s e Fitch), oltre che dalle supreme Autorit nazionali (Ministero Economia) che smentiva – alla stregua di dati macroeconomici ufficiali – il giudizio di S&P che (con)causava sensibili perdite di titoli azionari, obbligazionari e dei titoli di Stato nazionali. Inoltre, il giorno venerd 1 luglio 2011 poco dopo le 13.00 (prima della chiusura dei mercati) elaboravano e divulgavano in un’ulteriore nota giudizi negativi sulla manovra finanziaria presentata in Consiglio dei ministri dal ministro dell’Economia quando il testo della stessa non era ancora ufficiale e definitivo, cos determinando ulteriori turbolenze sul mercato dei titoli e sulle aste dei titoli di Stato.

    MpL Comunicazione @ 21:52
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com