• Calendario/Archivio

  • marzo: 2021
    L M M G V S D
    « Feb    
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  
    Aceto su Ospedale Chieti

    Posted on sabato 7 giugno 2008

    Il consigliere regionale Liberato Aceto (Federazione di Centro – Udeur), in merito alla problematica sulla carenza di personale che investe l’ospedale SS. Annunziata, ha scritto una lettera aperta  all’assessore alla Sanità, Bernardo Mazzocca. Aceto, che di professione è dirigente medico presso la Chirurgia laparoscopica presso l’ospedale di Chieti, ha già presentato una interrogazione (che sarà discussa in Consiglio regionale il prossimo 12 giungo) allo stesso assessore per sapere quali azioni intende intraprendere per risolvere questo delicato problema. Alla luce, però, delle decisione già assunte dalla Direzione della ASL teatina di accorpare diversi reparti per far fronte alla mancanza di personale, Aceto, “rimettendo” anche “il Camice bianco” indossato in tanti anni di professione, tenta un ultimo disperato appello a difesa di un servizio essenziale per la collettività. Nella lettera a Mazzocca Aceto parla di “chiusura pro-tempore per il periodo estivo di alcuni reparti dell’ospedale di Chieti per la grave carenza di personale medico e paramedico in un periodo in cui il piano ferie riacutizza la grave problematica in essere. Il consigliere chiede, tra l’altro, “di attivare i canali della politica utili alla ricerca di soluzioni idonee a scongiurare ulteriori disagi e disservizi nella sanità teatina, che andrebbero a ricadere su un’utenza su cui incombe il rischio di un aggravio della tassazione, già peraltro esercitata in passato”. “Ora si legge nella lettera a Mazzocca – mi chiedo assessore se di fronte agli ottimi risultati ottenuti nel 2007 dall’Ospedale di Chieti, tra cui la riduzione del 21,5 % dei ricoveri ordinari impropri, del 12,2 % dei ricoveri diurni impropri, e la stabilizzazione della mobilità attiva al 54%, espressione concreta di un impegno quotidiano del personale sanitario, teso a soddisfare da una parte le esigenze dell’utenza e dall’altra a soddisfare le esigenze del Governo Nazionale e Regionale, la risposta della politica non sia uno ‘schiaffo morale’ che mette in ginocchio la sanità teatina oppure trovare le soluzioni più appropriate ai problemi a cui andremo incontro con tagli ed accorpamenti”. Per Aceto “è d’obbligo evitare il ‘dramma degli accorpamenti’ che creerebbe un inversione di tendenza favorendo una mobilita’ fuori Asl. E sicuramente non avrebbe senso per esempio accorpare Chirurgia Vascolare e Cardiochirurgia mentre gli operai lavorano giorno e notte per concludere i lavori di realizzazione del polo chirurgico. Quindi caro assessore si legge infine nella lettera – lei ha l’obbligo morale di garantire a chi da anni lavora instancabilmente per portare alto il buon nome della sanità teatina, la possibilità di continuare a farlo. E noi, uomini delle istituzioni, senza distinzione per appartenenza, dobbiamo riconoscere gli errori commessi, se ce ne sono stati, e con impegno e serietà trovare soluzioni concrete ai problemi attualmente sul tavolo regionale”.

    MpL Comunicazione @ 08:43
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com