• Calendario/Archivio

  • agosto: 2020
    L M M G V S D
    « Lug    
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Abruzzo, male immobili turistici

    Posted on mercoledì 14 gennaio 2015

    Nei primi sei mesi del 2014 le quotazioni delle abitazioni nelle localita’ turistiche hanno registrato una contrazione del 3,6 per cento. La regione che ha segnalato il ribasso dei prezzi piu’ forte e’ stata l’Abruzzo (-5,6 per cento), a seguire il Piemonte con una diminuzione del 4,5 per cento e il Trentino Alto Adige con -3,3 per cento; la Valle d’Aosta chiude con -3,0 per cento, mentre il Veneto scende dello 0,6 per cento. E’ quanto emerge dall’analisi dell’Ufficio Studi di Tecnocasa. In generale si attesta una riduzione della domanda di seconda casa, in particolare per la tassazione sempre piu’ gravosa e per le incertezze economiche che hanno interessato piccoli-medi imprenditori e liberi professionisti, due delle categorie piu’ propense a questo tipo di acquisto. La novita’ piu’ evidente e’ che la “location”, in passato determinate per le scelte d’acquisto, cede ora il posto al prezzo. Questo ha determinato lo spostamento di acquisti di seconda casa in localita’ meno turistiche ma che offrono abitazioni a prezzi piu’ vantaggiosi. Il bilocale ed il trilocale sono le tipologie piu’ ricercate. Maggiore attenzione e’ prestata all’efficienza energetica per contenere i costi. Piacciono sempre le zone servite, vicine agli impianti e in posizioni soleggiate. Nello specifico, l’Ufficio Studi di Tecnocasa registra in Abruzzo dal 2008 ad oggi prezzi in caduta. Un lieve rialzo dei valori, nella seconda parte del 2010, a Roccaraso che nel 2012 registra invece un importante ribasso delle quotazioni, a causa dell’Imu che determina una contrazione della domanda di seconda casa e, di conseguenza, dei valori immobiliari. Per quanto riguarda il primo semestre del 2014, a Roccaraso le quotazioni diminuiscono dell’8,3 per cento, mentre Rivisondoli e Pescocostanzo rimangono sostanzialmente stabili. Il mercato e’ vivace grazie ai prezzi in ribasso, ma si notano comunque notevoli difficolta’ per le soluzioni di grandi dimensioni e per le proposte immobiliari che superano 200 mila euro. Il budget medio si e’ ridotto a non oltre 120-130 mila euro e i potenziali clienti hanno ridimensionato le loro preferenze, infatti adesso si richiedono soprattutto i tagli piccoli. I turisti provengono dalla Campania, ma non mancano comunque laziali e, in misura minore, pugliesi. Sul fronte delle locazioni turistiche, un bilocale di quattro posti letto costa 400-500 euro al mese per tutta la stagione invernale (dicembre-aprile) e 500-600 euro ad agosto.

    MpL Comunicazione @ 19:27
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com