• Calendario/Archivio

  • settembre: 2011
    L M M G V S D
    « Ago   Ott »
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  

    ZFU, rimediare subito

    Posted on venerdì 23 settembre 2011

    Sulla Zona Franca Urbana per l’area aquilana occorre rimediare. E subito. Non si doveva arrivare a questo punto, a trenta mesi dal sisma, ma a questo punto siamo arrivati. Superficialità, disattenzione, contrasti politici (è cosa nota l’opposizione di alcuni ministri), hanno portato alla nota lettera del 12 settembre della Commissione Europea che suona di fatto come una  bocciatura non della ZFU, ma dell’istruttoria sin qui condotta.  Eppure all’Aquila operano una importante Università, economisti e talenti straordinari – molto apprezzati, ovviamente, ma soltanto fuori Regione –  che, ove fossero stati coinvolti per tempo, avrebbero evitato questa figuraccia alla “megamacchina” per la ricostruzione e l’ennesimo, ingiustificabile ritardo nel dare una risposta concreta alla rinascita sociale ed economica del comprensorio.

    I segnali che arrivano dal Governo, seppure tardivi, sono peraltro incoraggianti: nei prossimi giorni il Presidente del Consiglio si farà promotore di una forte azione politica presso la Commissione Europea per sbloccare la ZFU aquilana, mentre gli “esperti” proveranno a rimediare al pasticcio fatto. Speriamo che non si perda altro tempo, perché l’avviamento operativo della ZFU è cosa importante per L’Aquila.  Ove la Zona Franca sia rapidamente approvata, i benefici saranno consistenti: per i prossimi cinque anni, l’area aquilana potrà beneficiare di una fiscalità di vantaggio per le piccole imprese che si insedieranno nel territorio (solo comunale? questo aspetto non è chiaro)  e di altre importanti misure di sostegno dello sviluppo economico e di creazione di nuova occupazione. L’obiettivo finale è quello di costruire un tessuto produttivo endogeno, destinato ad essere duraturo rispetto al mordi e fuggi di aziende, troppe volte avvenuto nel passato. Ciò rappresenta un’opportunità soprattutto per le giovani generazioni, consentendo nuova occupazione e la creazione di una classe produttiva locale.

    La ZFU non è peraltro la soluzione finale. E’ un ottimo strumento per le piccole aziende nuove, mentre appare penalizzante per le aziende già operanti nell’area interessata dal provvedimento (per le quali varrebbe solo il regime del de minimis).  Molti imprenditori hanno abbandonato il campo dopo il sisma, e molte attività stentano a ripartire, soprattutto per la mancanza di infrastrutture, liquidità, idee chiare sulle prospettive future, di leggi e ordinanze comprensibili, rapide ed efficaci.   Tornando alla ZFU segnaliamo le enormi difficoltà nel reperire, nell’ambito delle attuali aree industriali ed artigianali, sia terreni che strutture coperte dove insediare i nuovi opifici. Molte aziende rinunciano già oggi ad insediarsi nell’aquilano sia per l’ottusità della burocrazia locale sia per la grave carenza e la saturazione di terreni a destinazione industriale.  La ZFU non potrà in alcun modo esplicare le proprie potenzialità senza un ampliamento, da realizzare con logiche d’urgenza, delle aree industriali (valorizzando pure quelle dei comuni limitrofi, come Scoppito, Tornimparte, ecc.) e senza una vera accelerazione e semplificazione di tutte le procedure amministrative.

    Non vogliamo certamente sottovalutare il grande significato della ZFU, ma neppure trascurare le difficili condizioni istituzionali che potrebbero depotenziare l’importante strumento, oppure ingiustamente danneggiare le imprese già attive. Speriamo che anche su questi aspetti non si proceda con la consueta e sconcertante approssimazione alla quale   la “magamacchina” alla ricostruzione ci ha purtroppo abituati.

    Piero Carducci (economista)

    MpL Comunicazione @ 20:30
    Filed under: News MpL

    G20: interverremo su crisi

    Posted on venerdì 23 settembre 2011

    Le Borse respirano dopo la mazzata di ieri (Piazza affari ha perso oltre il 4%, con il differenziale alle stelle). A rasserenare il clima le dichiarazioni del  G20 di ieri sera. I rappresentanti dei paesi più industrializzati del mondo si sono convinti della necessità (era ora) di un’azione «forte e decisa» contro la crisi. E soprattutto a sostegno di un sistema finanziario che mostra «alcune fragilità», il G20 si impegna ad assicurare la stabilità del settore bancario. «I Paesi dell’area euro – si legge nel comunicato ufficiale del G20 diffuso ieri sera – stanno attuando le decisioni prese il 21 luglio 2011 e adotteranno le azioni necessarie per aumentare la flessibilità dell’Efsf e massimizzare il suo impatto per gestire il contagio entro al prossima riunione», in programma alla metà di ottobre.  Le difficoltà in Europa, il possibile default della Grecia, e la paura di una nuova recessione sulla base dei dati FMI  hanno affondato le borse nelle ultime sedute.  L’importanza della situazione e le turbolenze sui mercati hanno spinto il G20 a rassicurare i mercati.  Il G20 si impegna a un «piano d’azione comune, ambizioso, in cui ognuno farà la sua parte a sostegno della crescita» e all’attuazione di piani di «risanamento credibili». «Siamo impegnati – commenta il rappresentante della Francia – a prendere tutte le misure necessarie per preservare la stabilità del sistema bancario e dei mercati finanziari. Assicureremo che le banche siano adeguatamente capitalizzate e abbiano un accesso sufficiente ai fondi necessari per affrontare gli attuali rischi e per attuare Basilea 3. Le banche centrali continueranno a restare pronte a fornire liquidità alle banche. Le politiche monetarie manterranno la stabilità dei prezzi e continueranno a sostenere la crescita».

    MpL Comunicazione @ 11:23
    Filed under: News MpL

    Corte d’Appello, inaugurazione

    Posted on venerdì 23 settembre 2011

    Mentre la ricostruzione del centro è lettera morta e le case E aspettano, qualcosa si muove solo sul fronte dei palazzi pubblici. Oggi la cerimonia di inaugurazione della nuova sede della Corte d’Appello dell’Aquila, che si è trasferita in via Pile dagli uffici temporanei di Bazzano. «La nuova sede della Corte d’Appello dell’Aquila, moderna e funzionale, che è stata costruita in tempi record, contribuirà a restituire piena funzionalità agli uffici giudiziari abruzzesi» ha detto Chiodi, Commissario. (more…)

    MpL Comunicazione @ 10:28
    Filed under: News MpL

    Più veloce della luce…

    Posted on venerdì 23 settembre 2011

    Per dire di una cosa impossibile, si usa l’espressione “più veloce della luce”. Secondo Einstein, in effetti, è impossibile superare la velocità della luce. Ebbene no. I laboratori del Gran Sasso (INFN) ed il CERN di Ginevra hanno dimostrato che la velocità della luce può essere superata! (more…)

    MpL Comunicazione @ 09:52
    Filed under: News MpL

    Rifondazione attacca Curia AQ

    Posted on venerdì 23 settembre 2011

    Pochi giorni fa siamo stati oggetto di “scomunica” da parte dell’Arcivescovo Molinari per aver sollevato fondate critiche in merito alla vicenda della casa dello studente e in generale verso alcune scelte della Curia aquilana sulla ricostruzione. Evidentemente la nostra battaglia per la legalità e la trasparenza ha fondati motivi se, come oggi si apprende dalla stampa, ci troviamo di fronte a ulteriori inchieste ed arresti. Le ipotesi di reato, in questo caso, lambiscono la Curia aquilana attraverso la Fondazione Abruzzo Solidarietà e Sviluppo onlus, con sede presso i locali dell’arcidiocesi, e della quale Monsignor Molinari è stato Presidente fino ad agosto. L’azione della Procura de L’Aquila svela ancora una volta retroscena inquietanti sulla ricostruzione aquilana. Chiediamo da tempo chiarezza e trasparenza. Ci auguriamo che la Curia aquilana sappia muoversi adeguatamente in tal senso al posto di lanciarsi in strali o peggio ancora in insulti gratuiti nei confronti del consigliere comunale di Rifondazione Comunista, Enrico Perilli, evidentemente più attento a non farsi “ingannare o inconsapevolmente strumentalizzare” da chicchessia. Non è un buon pastore chi sceglie cattive compagnie.

    Marco Fars e Maurizio Acerbo (Rifondazione Comunista)

    MpL Comunicazione @ 09:45
    Filed under: News MpL

    Truffa in nome della solidarietà

    Posted on venerdì 23 settembre 2011

    Si chiariscono i dettagli dell tentata truffa che coinvolge la Fondazione “Abruzzo Solidarietà e Sviluppo Onlus”. Fabrizio Traversi, Gianfranco Cavaliere, Silvano Cappelli e Nicola Ferrigni, finiti nell’inchiesta  giudiziaria con l’accusa di tentata truffa, sono accusati di avere indotto in errore tramite artifici e raggiri la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le politiche della famiglia ed il Commissario Delegato per la ricostruzione, al fine di ottenere inizialmente le somma di 12 milioni di euro, in seguito ridotta a cifre minori, ma comunque dell’ordine di milioni di euro, relativa ai fondi ex articolo 8, comma 2 della Legge 77 del 2009.  In particolare – si legge nell’accusa – promuovevano la costituzione di una fondazione denominata “Abruzzo Solidarieta’ e Sviluppo Onlus” e ulteriori altre associazioni e fondazioni (L’Aquila Citta’ Territorio, Eurispes Abruzzo, Cepia, Manlio Germozzi, L’Aquila Ricerche Scarl) nonche’ volevano utilizzare altre realta’ non a fine di lucro (Apieuromed Onlus, Diquamont Scarl), raggirando innumerevoli soggetti privati ed istituzionali mediante mendaci informazioni circa le finalita’ della Fondazione stessa e l’esistenza di partner. Tutto ciò si sarebbe svolto con il concorso di Silvano Cappelli, quale “capofila” di altri sindaci dell’area del cratere e soggetto proponente il progetto denominato “L’Aquila Citta’ Territorio” depositato in data 6 agosto 2010 presso la struttura commissariale e la Presidenza del Consiglio dei ministri e di Nicola Ferrigni, presidente Eurispes Abruzzo, ma non riuscendo nell’intento per ragioni estranee alla loro volonta’.  Infine a Minno Srour sono contestate delle irregolarita’ procedurali sull’ingresso della Provincia dell’Aquila nella Fondazione. La parola alla difesa.

    MpL Comunicazione @ 09:29
    Filed under: News MpL

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com