• Calendario/Archivio

  • settembre: 2011
    L M M G V S D
    « Ago   Ott »
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  

    D’Ercole boccia manovra

    Posted on venerdì 9 settembre 2011

    Una manovra finanziaria che si limiti a tappare i buchi certamente non la soluzione dei nostri problemi. Occorre assolutamente un cambiamento strutturale e un forte coraggio etico che interessi tutti noi. Cos il vescovo ausiliare dell’arcidiocesi dell’Aquila, monsignor Giovanni D’Ercole, si esprime in merito alla manovra. Una presa di posizione netta e non certo benevola, che arriva mentre il decreto alla Camera. Monsignor D’Ercole, in prima linea nella ricostruzione spirituale e sociale nel post terremoto, non affatto tenereo con la classe politica che sembra non rendersi conto di quali siano i reali problemi della gente dando la sensazione talora di vivere lontano dalla realt – afferma – Serve coraggio e soprattutto la politica deve capire che tutti siamo sulla stessa barca e che o ci salviamo tutti, oppure periamo tutti. Non entra nel merito specifico della manovra, ma parla di etica monsignore, invocando una autorevole presa di responsabilit e di coscienza da parte di tutti, oltre, pi specificamente a: misure che rilancino lo sviluppo e le possibilit di lavoro altrimenti tra qualche mese servir un’altra manovra e la disoccupazione dilagante aggraver ancor pi la situazione interessando soprattutto i giovani. Occorre prioritariamente anche una reale semplificazione delle leggi che oggi formano una enorme selva legislativa, visto che ci sono tantissime norme che con una burocrazia elefantiaca costituiscono un freno mortale per lo sviluppo e la modernizzazione della nostra societ. E aggiunge: Mi auguro che si cambi al pi presto l’attuale legge elettorale che ha disonorato la gente perch ha reso il cittadino suddito e non protagonista – sottolinea – Serve una riforma strutturale per dare speranza ai giovani, molti dei quali scappano dal nostro Paese per andare all’estero D’altra parte chi gira per il mondo pu vedere che in tanti posti chiave di aziende all’estero, ci sono giovani italiani che fanno onore alla nostra Nazione. Perch – conclude – non possono trovare spazio e occupazione qui da noi?.

    MpL Comunicazione @ 23:01
    Filed under: News MpL

    Borse UE tutte gi

    Posted on venerdì 9 settembre 2011

    Tutte in picchiata le Borse europee dopo le dimissioni di Juergen Stark, componente tedesco del comitato esecutivo della Bce in disaccordo sulla politica di acquisto dei titoli di Stato di singoli Paesi in difficolt (Spagna e Italia). Piazza Affari perde il 3,43% con le banche in forte ribasso: Unicredit cede il 6%, Intesa Sanpaolo il 4,6%, Tra forti oscillazioni deboli soprattutto Parigi, Milano e Madrid. Male in particolare i titoli bancari e assicurativi, gi deboli da giorni: Societe generale cede il 9,23%, Royal Bank of Scotland il 7,61%, Barclays il 7,20%, Lloyds il 6,52%, Unicredit il 6,44%. Nelle assicurazioni il peggiore e Axa, in calo del 7,12%. Londra perde il 2,27%, Parigi il 3,65% , Francoforte il 2,89% , Madrid il 3,18%. IL differenziale tra i Bund e i Btp torna a correre sopra i 370 punti, l’Euro estende le perdite fino a un minimo di 1,3780 dollari. Urge una politica economica e finanziaria europea.

    MpL Comunicazione @ 17:15
    Filed under: News MpL

    Germania: stop aiuti all’Italia

    Posted on venerdì 9 settembre 2011

    Dalle parole della Merkel si era capito. Ora la Germania non vorrebbe pi aiutare l’Italia. Del resto mentre la locomotiva tedesca tira tutta l’Europa, l’Italia delle troppe caste non sa fare altro che difendere i propri privilegi e scaricare il peso del risanamento sulla povera gente. Il primo segnale forte del disimpegno tedesco arriva oggi. La Bce si spacca sul tema degli acquisti di titoli di Stato: Juergen Stark, membro tedesco del comitato esecutivo dell’istituto, ha annunciato l’intenzione di dimettersi dopo la chiusura delle contrattazioni sui mercati europei. Il motivo delle dimissioni, secondo gli analisti, sarebbe proprio un conflitto sugli acquisti dei titoli di Stato dei Paesi in difficolt, tra cui l’Italia e la Spagna. La notizia ha messo ansia ai mercati, gi provati dalla crisi strutturale, e che gi avevano aperto in rosso: Piazza Affari ha esteso le sue perdite e lascia sul terreno oltre il 3%. Sugli indici pesa anche la pessima apertura di Wall Street: a New York sia Dow Jones che Nasdaq hanno aperto in flessione dell’uno per cento.

    MpL Comunicazione @ 15:51
    Filed under: News MpL

    PIL ristagna, borsa cala

    Posted on venerdì 9 settembre 2011

    Il Pil nel secondo trimestre 2011 cresciuto soltanto dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dello 0,8% nei confronti del secondo trimestre 2010. Lo comunica lIstat, confermando la stima preliminare diffusa il 5 agosto. Nel primo trimestre del 2011 si era registrato un incremento congiunturale dello 0,1% e tendenziale dell’1%. Sul fronte delle cattive notizie, che non mancano mai in questi giorni, arrivano anche i primi dati della Borsa. Piazza Affari peggiora. Il Ftse Mib cede il 2,11% a 14.460 punti e il Ftse All Share l1,85% a 15.332 punti. Stm perde il 4,51. Male i bancari con Unicredit che registra un calo del 3,69% e Banco Popolare del 3,76. Fiat lascia sul terreno il 3,54%, le Industrial il 3,51%. Tiene ancora Bpm (+0,83% ).

    MpL Comunicazione @ 10:57
    Filed under: News MpL

    Non giocate con la Costituzione

    Posted on venerdì 9 settembre 2011

    Il decreto del Governo sulla soppressione delle Province un gran pasticcio che non solo aumenter, invece di diminuire (vedi precedente post) i costi della politica, ma va a toccare frettolosamente delicati equilibri costituzionali sugli assetti degli enti locali. Il Presidente della Repubblica preoccupato da tanta superficialit ed incompetenza. Viviamo in un periodo in cui si discute molto di costituzione economica: ci si sveglia la mattina e si propone la modifica di un articolo della Costituzione. Ci sono molte approssimazioni e improvvisazioni. Giorgio Napolitano, durante la sua visita a Palermo, intervenuto alla facolt di Ingegneria a un dibattito dal titolo Rifare gli Italiani per stare in Europa con il politologo Gianfranco Pasquino. E ha parlato delle radici della Costituzione italiana. Oggi bisogna prestare qualche attenzione all’uso dilagante di certe espressioni come casta politica – ha anche spiegato – o si rischia di diventare come la notte in cui tutto grigio e diventa nero. La Costituzione prevede un sistema di garanzie e va modificata cum grano salis. Il Capo dello Stato ha poi parlato del rapporto con l’Europa Per restare in Europa necessario un esame di coscienza collettivo che tocchi anche i comportamenti individuali la ricetta data dal presidente per uscire dalla crisi. O molti italiani, di ogni parte sociale, politica e culturale, capiscono che non viviamo pi negli anni Settanta n negli anni Ottanta – ha aggiunto – che il mondo cambiato e che noi dobbiamo cambiare le nostre aspettative e i nostri comportamenti, e farlo alla maniera europea, o il nostro Paese non avr la prospettiva che pu e deve avere. Ai fini dell’integrazione europea, sostiene il presidente c’ la necessit di solidariet e di difesa anche degli Stati che hanno un debito sovrano molto pesante


    MpL Comunicazione @ 10:53
    Filed under: News MpL

    Barattelli, arriva Barbieri

    Posted on venerdì 9 settembre 2011

    La Societ Aquilana dei Concerti B. Barattelli comunica che a partire dal 1 ottobre 2011 il Direttore Artistico dellEnte sar GUIDO BARBIERI, noto studioso, critico teatrale e musicale. Guido Barbieri nato a Parma nel 1956 ed molto conosciuto in Italia essendo stabile collaboratore di tantissime testate, in particolare con Il Messaggero di Roma, Il Gazzettino di Venezia e La Repubblica di Roma. (more…)

    MpL Comunicazione @ 10:35
    Filed under: News MpL

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com