• Calendario/Archivio

  • settembre: 2011
    L M M G V S D
    « Ago   Ott »
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  

    Elezioni AQ: grandi manovre

    Posted on martedì 6 settembre 2011

    Con la ripresa dell’attivit  dopo le ferie, si accende il dibattito interno ai partiti sulle elezioni comunali all’Aquila 2012.   Finora un solo candidato sicuro, l’outsider Vincenzo Vittorini, esponente della lista civica L’Aquila Che Vogliamo (LCV).  Il suo consenso elettorale? Tutto da misurare. Anche il “terzo polo”, soprattutto FLI (il partito di Gianfranco Fini),  avrebbe intenzione di presentare un proprio candidato al primo turno, ma si tratta per ora solo di indiscrezioni.   Più  complessa la situazione all’interno dei “poli”. Il centrosinistra ha i maggiori problemi, nonostante le apparenze. Il “problema Cialente” non   di semplice soluzione.  Il Sindaco non ha alcuna intenzione di farsi da parte, senza garanzie sul suo percorso futuro,  per Giovanni Lolli. Difficile chiedere a Cialente di farsi fuori da solo dopo aver giocato un solo mandato. Anche perch  il sindaco sarebbe confortato, nella sua battaglia per la ricandidatura, da un sondaggio che lo darebbe vincente o quantomeno competitivo.  Il percorso per Lolli   tutt’altro che semplice e la sua candidatura rischia di arrivare in ritardo, di essere non unitaria e gi  consumata da guerre intestine al centrosinistra che potrebbero portare a pesanti strascichi elettorali.

    Mentre il centrosinistra si interroga sul “busillibus” Cialente, nel centrodestra si definiscono gli schieramenti.  Nel week end erano programmati incontri per dipanare la matassa del candidato, ma non si   deciso nulla.  Voci accreditate danno per certa la sponsorizzazione di Giorgio De Matteis  da parte di Gianni Chiodi, ed   forse proprio lo sponsor che rischia di danneggiare De Matteis,  considerata la criticabile gestione del post-terremoto. Altri problemi per De Matteis vengono dal fatto di essere esponente dell’MPA, un’appartenenza certamente non gradita al PDL locale e regionale.   PDL che, con molti esponenti,  spinge per le primarie sulla base del nuovo corso impresso al partito dal segretario nazionale Alfano. Sulle primarie convergono anche gli alleati del PDL, come La Destra di Luigi D’Eramo.
    Proprio in vista del probabile scenario delle primarie, si muovono gruppi e gruppuscoli organizzati e satelliti del PDL e del centrodestra in generale. Tramontata l’ipotesi di Francesco Bonanni, che non sarebbe disponibile, si parla insistentemente  di un possibile candidato in pectore, l’assessore provinciale Guido Liris, le cui quotazioni stanno rapidamente crescendo.  Liris  è  un bravo amministratore e un aquilano verace,  ma anche un volto nuovo della politica che rompe gli schemi tipicamente aquilani dell'”immota manet”.  Attorno a lui si aggregano movimenti civici, gruppi organizzati di professionisti, consiglieri regionali e provinciali, elementi del PDL. L’Aquila ha bisogno di una nuova classe dirigente, perché  le cose andavano molto male gi  prima del terremoto. Se Liris riuscirà  a liberarsi delle tele di ragno del passato e ad uscire indenne dalle trappole romane, potrebbe essere la vera novità  delle prossime elezioni per la ricostruzione. Staremo a vedere e,  come MpL, interverremo al momento giusto. Certo è che appare patetico il tentativo, portato avanti da alcuni organi di informazione, di stroncare Liris sulla base del dato anagrafico (sarebbe “troppo giovane”). Sulla base di questi ridicoli ragionamenti, Zedda non potrebbe essere sindaco di Cagliari e Renzi non lo sarebbe di Firenze. Largo ai giovani, invece, e basta con le mummie e gli zombies della politica.

    MpL Comunicazione @ 16:40
    Filed under: News MpL

    Manovra, verso la fiducia

    Posted on martedì 6 settembre 2011

    Sulla manovra il governo metter la fiducia. L’assalto alla diligenza del Parlamento sta svuotando i contenuti del provvedimento ed i mercati reagiscono dimostrando di non avere alcuna fiducia nei confronti della nostra classe politica. La Merkel ci paragona ormai alla Grecia e Madrid ci accusa addirittura di minare la costruzione europea.

    Il Governo ha deciso quindi di “blindare” il provvedimento economico, che potrebbe cambiare ancora. L’esecutivo infatti sta pensando a modifiche soprattutto in merito all’Iva e al contributo straordinario a carico dei redditi pi elevati. Dopo l’invito del presidente Napolitano a varare misure pi efficaci e valutata la difficilissima situazione venutasi a creare sui mercati finanziari – che sta generando un pressione insostenibile sui titoli di Stato-, il Governo vorrebbe ritoccare un provvedimento che rischia di uscire troppo edulcorato dal confronto parlamentare. Rimane tuttavia il no della lega a modifiche sulla previdenza, nonostante l’intervento di Napolitano. E potrebbe essere ancora una volta l’Europa ad imporre ci che la politica italiana non ha il coraggio di fare: la Banca centrale europea, se la manovra non sar pi incisiva, imporr il rispetto di talune condizioni all’Italia, oppure interromper l’acquisto dei nostri titoli di Stato – e sarebbe un disastro. E tra le condizioni ci sar sicuramente quella dell’innalzamento dell’et pensionistica per le donne.

    In uno scenario gi difficile per il Belpaese, arrivano gli attacchi della Merkel, che ci ha paragonati senza mezzi termini alla Grecia, e della Spagna. L’Italia e la Grecia – dice il Governo di Madrid – non stanno rispettando gli obiettivi di risanamento dei conti, creando cos sfiducia nei mercati. L’Italia si rimangiata in pochi giorni il suo piano di aggiustamento. Ci – secondo Madrid – influisce sulla decisione dei mercati che devono acquistare il nostro debito e ci dirige verso una fase caratterizzata da una certa instabilit.

    Dato il no della Lega sulla revisione delle pensioni, non resta dunque che un lieve aumento dell’Iva e la riproposizione del cosiddetto contributo di solidariet, solo per i redditi superiori ai 200mila euro. I veti incrociati e la strenua difesa dei privilegi di casta stanno paralizzando il Governo, e questa l’Italia. Se continua questo andazzo i mercati ci puniranno duramente, e forse ci meritiamo tutto.

     

    MpL Comunicazione @ 16:29
    Filed under: News MpL

    Metti in azione il cuore

    Posted on martedì 6 settembre 2011

    Domani a Celano (ore 15.00-sala consiliare) conferenza stampa di presentazione dellevento Metti in azione il cuore in occasione del quale, sabato prossimo sempre a Celano, molti volti noti del mondo dello spettacolo scenderanno in campo per la solidariet. Saranno presenti alla conferenza stampa anche alcuni membri della Nazionale Italiana Attori che disputeranno la partita di beneficenza inserita nella manifestazione.

    MpL Comunicazione @ 16:12
    Filed under: News MpL

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com