• Calendario/Archivio

  • agosto: 2011
    L M M G V S D
    « Lug   Set »
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  

    AAA, zona franca cercasi

    Posted on mercoledì 24 agosto 2011

    Terzo Ferragosto aquilano nella vana attesa della cosiddetta “Zona Franca”. Dopo pi di novecento giorni, dopo centinaia di interviste televisive, dopo innumerevoli comunicati stampa e annunci di imminenti soluzioni definitive, dopo pi di 900 lunghissimi giorni, ancora non vede la luce uno straccio di provvedimento destinato concretamente al rilancio economico, produttivo e, quindi, occupazionale di una citt e di un intero territorio che ci appaiono ormai avviati all’oblio ed alla deriva del proprio destino. Ecco, noi al terzo Ferragosto del post – sisma avremmo voluto ringraziare chi ha nelle proprie mani il futuro della nostra Citt e della nostra Terra di aver finalmente dato un segno concreto di incoraggiamento ai tanti piccoli imprenditori aquilani che con caparbiet e tra migliaia di difficolt hanno riavviato le proprie attivit, purtroppo e ancora da soli. Avremmo voluto dire, nel Ferragosto del 2011, grazie, con un sorriso. Invece come nella Turandot “…l’illusione che delude sempre…”, siamo costretti ancora oggi a dire: “Ma dove siete? Se ci siete”.

    Celso Cioni, direttore Confcommercio

    MpL Comunicazione @ 22:19
    Filed under: News MpL

    Italia, paese per vecchi

    Posted on mercoledì 24 agosto 2011

    In Italia i giovani sotto i 35 anni senza lavoro sono 1.183.000. Incassiamo quindi un altro record negativo nell’Ue per i giovani disoccupati. Ovviamente al Sud il problema ancora pi grave: due giovani su tre sono senza lavoro e senza sepranza. E l’ennesimo allarme lanciato dall’Ufficio studi di Confartigianato. “L’Italia ha il record negativo in Europa per la disoccupazione giovanile: sono 1.138.000 gli under 35 senza lavoro. A stare peggio i ragazzi fino a 24 anni: il tasso di disoccupazione in questa fascia d’eta’ e’ del 29,6% rispetto al 21% della media europea”, afferma Confartigianato, nello studio in cui si rileva che tra il 2008 e il 2011, anni della grande crisi, gli occupati under 35 sono diminuiti di 926.000 unita’” scrive Confartigianato. Se a livello nazionale la disoccupazione delle persone fino a 35 anni si attesta al 15,9%, nel Mezzogiorno il tasso sale a 25,1%. La Sicilia e’ la regione con la maggior quota di disoccupati giovani, pari al 28,1%, seguono la Campania con il 27,6%, la Basilicata con il 26,7%, la Sardegna con il 25,2%, la Calabria con il 23,4% e la Puglia con il 23%. Le condizioni migliori per il lavoro dei ragazzi si trovano invece in Trentino Alto Adige dove il tasso di disoccupazione tra 15 e 34 anni e’ contenuto al 5,7%. A seguire la Valle d’Aosta con il 7,8%, il Friuli Venezia Giulia con il 9,2%, la Lombardia con il 9,3% e il Veneto con il 9,9%. La crisi del mercato del lavoro italiano non riguarda soltanto i giovani. Il Rapporto di Confartigianato mette in luce un peggioramento della situazione anche per gli adulti. La quota di inattivi tra i 25 e i 54 anni arriva al 23,2%, a fronte del 15,2% della media europea, e tra il 2008 e il 2011 e’ aumentata dell’1,4% mentre in Europa e’ diminuita dello 0,2%.

    MpL Comunicazione @ 14:16
    Filed under: News MpL

    La ricostruzione? E’ in ferie!

    Posted on mercoledì 24 agosto 2011

    Anche lestate 2011, la bella stagione ideale per i cantieri, se ne sta andando mestamente. La ricostruzione vera, quella del centro storico e delle case E, non partita. Ventinove mesi dopo il sisma questi sono i fatti e questa la realt. Gli aquilani sono rassegnati, angosciati, arrabbiati. Il terremoto diventa ogni giorno di pi il terreno di scontro di una politica di basso profilo che ha perso la bussola del bene collettivo, e mentre il tempo passa tutto diventato opaco, contorto, controverso. Evidenti sono le responsabilit del Sindaco, che continua nei soliti gesti teatrali a fini politici. Ma pure evidenti le responsabilit di una nuova burocrazia della ricostruzione che parrebbe avere tutto l’interesse ad allungare i tempi, poich trova nella gestione del post-terremoto l’unica legittimazione per la propria sopravvivenza e la fonte di un’inattesa prosperit. La ricostruzione cos diventata una palude melmosa, dove i cittadini si aggirano senza concludere nulla tra ordinanze contorte, burocrati irresponsabili, strutture commissariali inefficaci, corporazioni professionali organizzate, polemiche distruttive tra i troppi livelli istituzionali coinvolti. Ogni giorno si accendono inutili polemiche, e il cittadino non comprende se il problema siano davvero i Commissari o la genetica incapacit del Comune ad amministrare le complessit del post-terremoto, o tutte e due le cose. (more…)

    MpL Comunicazione @ 11:27
    Filed under: News MpL