• Calendario/Archivio

  • agosto: 2011
    L M M G V S D
    « Lug   Set »
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  

    Pagano versione estiva

    Posted on mercoledì 10 agosto 2011

    I consiglieri regionali stakanovisti che lavorano pure a Ferragosto o lavorano solo a Ferragosto? Fate voi. La notizia c’: il presidente del Consiglio regionale abruzzese, Nazario Pagano, ha convocato per lunedi’ 15 agosto (a Ferragosto), alle ore 11, presso l’Aula dell’Emiciclo, all’Aquila, una seduta straordinaria ed urgente del Consiglio regionale per discutere del seguente punto all’ordine del giorno: “Piano per il Sud – iniziative urgenti per riammettere l’Abruzzo alla ripartizione dei fondi”. La seduta e’ riservata – secondo il regolamento del Consiglio regionale – esclusivamente agli argomenti per i quali e’ stata richiesta la convocazione straordinaria, che non possono comunque riguardare progetti di leggi, proposte di regolamento e provvedimento amministrativo. “Trattandosi di una seduta straordinaria dove non saranno approvati progetti di legge o assunti provvedimenti amministrativi, e quindi alcuna decisione definitiva per il futuro della nostra regione – osserva il presidente Nazario Pagano – ho ritenuto opportuno convocare la seduta del Consiglio regionale il giorno di Ferragosto che, per tradizione, e’ considerata una giornata simbolo delle vacanze italiane. L’obiettivo di questa iniziativa istituzionale e’ lanciare alla comunita’ abruzzese un messaggio: in un momento cosi’ difficile per l’economia nazionale – sostiene Pagano – anche i consiglieri regionali sono disposti a rinunciare alle ferie per discutere in Consiglio di argomenti strategici per il futuro dell’Abruzzo”. No comment.

    MpL Comunicazione @ 15:38
    Filed under: News MpL

    Spinosa Pingue versione estiva

    Posted on mercoledì 10 agosto 2011

    Spinosa Pingue non perde occasione. LUniversita dell Aquila fa bene a rivendicare lesenzione per altri tre anni dalle tasse universitarie per i propri studenti: ma le ragioni di Teramo – dice lo scienziato della Confindustria – non si possono condannare. Proprio cos Fabio Spinosa Pingue, Presidente di Confindustria LAquila. Un colpo al cerchio ed uno alla botte, bravo Spinosa Pingue. Basta con i campanilismi, cosi piccoli da ridurci ormai al livello di un condominio e utili solo per avvicinarci sempre piu allorlo del burrone. La risposta sta nella nascita di un polo universitario LAquila-Teramo, simbolo dellAbruzzo come un unicum e dellintenzione di ridisegnare la presenza dello Stato sul territorio, figlia di unera che oramai non esiste piu. Il polo unico tra LAquila e Teramo va nella direzione di vedere il terremoto come una grande opportunita per costruire il nuovo Abruzzo. Il sistema delle imprese, che per avere successo ha necessita di un territorio competitivo, non e disposto aggiunge Fabio Spinosa Pingue ad assistere passivamente a comportamenti tipici dei capponi di manzoniana memoria, impegnati a beccarsi tra loro e poi destinati alla triste fine nel bollentissimo calderone comune. Unire le forze e lunica risposta possibile a questi tempi di vacche magre di finanza pubblica che, se opportunamente utilizzate, un giorno potremo anche ringraziare per averci permesso di ridisegnare il nuovo Abruzzo. Nei prossimi giorni verranno programmati incontri con le due Universita e con gli altri stakeholders sia del territorio Aquilano sia del Teramano, a partire dal sistema economico e delle due CCIAA, per verificare la reale possibilita di raggiungere lagognato traguardo. S, caro Spinosa Pingue, ma la Confindustria che c’azzecca? Per ridisegnare il nuovo Abruzzo, pero, conclude la filippica del Presidente di Confindustria LAquila, si ha bisogno di una classe dirigente con una visione almeno regionale e disposta a rinunciare a qualcosa del proprio territorio, pur di far crescere il sistema regione. Blah, Blah, Blah…cosa non si farebbe in Agosto per un p di righe sul giornale…

    MpL Comunicazione @ 15:34
    Filed under: News MpL

    Catone: basta commissari

    Posted on mercoledì 10 agosto 2011

    Il sottosegretario allambiente Catone: Lattuale stato delle cose nella questione, certamente non secondaria, della rimozione delle macerie derivanti dal terremoto del 6 aprile 2009 richiede una decisa e radicale revisione delle determinazioni finora assunte in materia. Personalmente ha proseguito non ho condiviso e non condivido la moltiplicazione delle nomine commissariali, specialmente quando si sovrappongono, creando solo ulteriori motivi di confusione e di differenziazione, a competenze proprie dei Comuni. Considerazione, questa, tanto piu opportuna ha aggiunto quando addirittura, nellindicare i nominativi dei commissari, si fa capo a professionalita lontane ed estranee alla realta abruzzese. Sulla base di queste premesse ha sottolineato Catone ritengo che tali compiti, anche se da svolgere con procedure particolari, debbano far capo esclusivamente ai Comuni e , quindi, ai Sindaci competenti per territorio . Sindaci ha concluso- che potranno avvalersi di tutti gli operatori pubblici, ma anche degli operatori privati , di quelle ditte locali che, giustamente, come si legge nel documento inviato al Presidente del Consiglio da ANCE, Confindustria e Cna dellAquila, rivendicano il diritto di partecipare alle opere di rimozione, dando cosi un forte contributo alla loro esecuzione.

    MpL Comunicazione @ 15:28
    Filed under: News MpL