• Calendario/Archivio

  • maggio: 2011
    L M M G V S D
    « Apr   Giu »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

    Verdesperanza

    Posted on martedì 17 maggio 2011

    L’amministrazione provinciale è in prima fila sulla ricostruzione sociale, con l’attivita’ dello “Sportello Psicopedagogico”. Lo sportello  garantisce la prevenzione sociale connessa all’emergenza sisma 2009. Ricostruzione delle persone, oltre che del territorio e del tessuto sociale. Un servizio – spiega una nota dell’Ente – che opera a sostegno di alunni, genitori, insegnanti mediante colloqui individuali, raccogliendo dati ed informazioni riferibili alle problematiche emerse. Un supporto importante anche quello destinato agli studenti immigrati che, all’occorrenza, potranno usufruire del servizio messo a disposizione dalla Provincia dell’Aquila. Lo “Sportello Psicopedagogico” ha preso il via con la collaborazione della scuola media “Dante Alighieri” dell’Aquila, dove il servizio e’ stato accolto con entusiasmo, tanto che la Provincia ha l’obiettivo di protrarlo anche nei mesi estivi, facendo cosi’ degli istituti scolastici dei luoghi dove poter trovare dei punti di riferimento. Connesso allo Sportello Psicopedagogico, c’e’ “Verdesperanza. La Provincia ti e’ vicina” che, come affermato dal Presidente Antonio Del Corvo, nella foto, rappresenta la mano che l’amministrazione provinciale vuole tendere ai cittadini che hanno la necessita’ di fronteggiare il disagio sociale che la citta’ si trova a vivere. Entrambi le iniziative fanno capo ai professionisti dell’Ufficio di Ricostruzione dell’Ente Provincia che accanto ad ingegneri ed architetti impegnati nelle infrastrutture, affianca un team di esperti qualificati del settore sociale che si mettono a servizio dei cittadini per ogni necessita’ legata alla sfera psico-sociale e alle problematiche di carattere tecnico-amministrativo, note a seguito del sisma. “Ricostruzione sociale e materiale viaggiano di pari passo – afferma il Presidente Del Corvo – e le istituzioni hanno il delicato compito di garantirne l’esecutivita’”. Il personale qualificato della Provincia dell’Aquila, e’ a disposizione dei cittadini a partire dal 21 aprile 2011, (lunedi’, mercoledi’ e venerdi’ dalle 9 alle 14 e martedi’ e giovedi’ dalle 9 alle 18), tramite un contatto diretto con l’ente, chiamando il numero verde 800.21.70.42, raggiungibile da tutto il territorio regionale mediante rete fissa. Se si chiama da telefono mobile, e’ possibile digitare lo 0862.401360. Inoltre, e’ prevista anche l’assistenza online, attraverso l’indirizzo di posta elettronica verdesperanza@provincia.laquila.it., dal lunedi’ al venerdi’.
    MpL Comunicazione @ 21:10
    Filed under: News MpL

    Se Atene piange Sparta non ride

    Posted on martedì 17 maggio 2011

    Chissà se questa volta il PDL riuscirà a fare un pò di "mea culpa"  per i tanti errori commessi in questi anni di Governo Berlusconi. Per il mancato governo dell’economia dello sviluppo, ad esempio, o per i troppi disoccupati o per il nugolo di nani e ballerine messi in posizione di responsabilità in troppi enti pubblici e società statali e regionali, o per l’arroganza di troppi esponenti che hanno completamente perso il rapporto con gli umori ed i bisogni della gente. 

    Di certo il Cavaliere ha cercato un test su se stesso, ha scelto il terreno di Milano a lui favorevole, ed ha sbagliato  i tempi e il campo di gioco.  A questo punto contano poco le chiacchiere consolatorie.  La probabile perdita di Milano è, per il centro-destra, "una tragedia di proporzioni bibliche" come ci dice un autorevole esponente del PDL che, però, lo dice piano piano perché in questo partito non si usa parlare o confrontarsi liberamente. E chi critica in buona fede questa o quella politica, magari si ritrova appiedato.

    C’è poco di cui consolarsi.  Si è di fronte al rischio concreto di perdere Milano, di assistere ad un cortocircuito con la Lega, che potrebbe sganciarsi da un alleato che non fa più vincere. Viviana Beccalossi, del Pdl lombardo, è fra le poche che ha il coraggio di elencare gli errori di strategia: abbiamo parlato poco dei temi della città, troppo di magistrati e di argomenti nazionali. Una severa critica al "Re Mida", al Silvio-pensaci-tu. L’asse del Nord, il patto di ferro PDL-Lega, ne esce quantomeno ammaccato. Il silenzio di Umberto Bossi è più rumoroso di qualunque commento.  Trasmette l’immagine di una inaspettata precarietà del Carroccio proprio nella sua terra.

    Il PDL forse potrà recuperare, ma dopo il voto esploderanno molte tensioni sopite all’interno della coalizione. E’ facile  prevedere un periodo di instabilità e di altre rese dei conti nel centrodestra.  Il responso di ieri è netto nell’indicare gli sconfitti: Letizia Moratti ed il premier che ci ha messo la faccia. Ma se Atene piange, Sparta non ride. Non si legge nei numeri un’alternativa di governo: a meno che si ritenga che l’Italia possa essere guidata da IdV, dai grillini e dagli eredi di Rifondazione comunista.  Il PD vince solo se cede il campo agli estremisti dipietristi ed ex rifondazione. Le uniche eccezioni, per il PD, sono Torino e Bologna. Per il resto, la soddisfazione e il sollievo del PD sono tattica, ma non sono fondate su alcuna seria prospettiva politica. Come nessuna prospettiva ha il terzo polo, che esce quasi liquefatto. Vincono gli estremismi, ma non vince la governabilità. 

    Ieri è cominciato il ridimensionamento di Berlusconi, un leader che ha vinto tutto. Ma è illusorio il sogno del PD di essersi liberati del Cav..  Il Cavaliere non farà, questo è sicuro,  il capro espiatorio.  Avrà però il coraggio di cambiare? Cambiare o affondare, la terza ipotesi non è consentita.
    E.T.

    MpL Comunicazione @ 13:40
    Filed under: News MpL

    Elezioni Provincia AQ

    Posted on martedì 17 maggio 2011

    Umberto Giammaria, centro-destra, è il nuovo sindaco di Tornimparte. Una vittoria significativa, con oltre 400 voti di scarto su poco più di 2mila votanti,  in un Comune amministrato da anni dal PD.

    A ROCCARASO, FRANCESCO DI DONATO e’ stato eletto sindaco di Roccaraso con 741 voti (64,88 %). Armando Cipriani, sindaco uscente, a capo della lista Nuovo orizzonte ha totalizzato 401 voti (35,12%).

    RIVISONDOLI, ROBERTO CIAMPAGLIA E’ SINDACO
    Roberto Ciampaglia della lista Dimensione paese, sindaco uscente a Rivisondoli, e’ stato riconfermato con 268 voti (52,15 %). Nunzio De Capite della lista Una porta aperta ha totalizzato 246 voti (47,85 %).

    OFENA, MAURO CASTAGNA E’ SINDACO
    Mauro Castagna della lista Uniti per Ofena e’ il nuovo sindaco di Ofena, con 226 voti (52,9 %). Seguono: Marcello Palmeri della lista Ofena futura con 200 voti (46,8 %); Domenico Salvati della lista L’altra Ofena con 1 voto (0,2 %).

    BISEGNA, AMEDEO DI LORENZO E’ SINDACO
    Amedeo Di Lorenzo della lista Noi e voi e’ il nuovo sindaco di Bisegna, con 115 voti (54,2 %). Sandro Forte, candidato opposto con la lista Il paese nel cuore, ha totalizzato 97 voti (45,8 %).

    ALFEDENA, MASSIMO SCURA E’ SINDACO
    Massimo Scura della lista Libera scelta e’ il nuovo sindaco di Alfedena, con 288 voti (50,5 %). Il sindaco uscente Secondo Di Giulio, candidato con la lista Uniti per Alfedena, ha totalizzato 282 voti (49,5 %)

    COCULLO, NICOLA RISIO E’ SINDACO
    Nicola Risio della lista Insieme per il progresso e’ il nuovo sindaco di Cocullo, con 114 voti (58,8 %). Seguono: Loreta Risio della lista Uniamoci per progredire con 43 voti (22,2 %); Enrico De Bellis della lista Insieme con voi 34 voti (17,5 %); Antonio Zinatelli della lista L’Alternativa con 3 voti (1,5%).

    SCONTRONE (L’AQUILA), ILEANA SCHIPANI E’ SINDACO
    Ileana Schipani della lista Alternativa democratica e’ il suovo sindaco di Scontrone, con 253 voti (53,94 %). Raimondo Melone, candidato opposto con la lista Presente futuro, ha totalizzato 216 voti (46,1%).

    CARAPELLE, DOMENICO DI CESARE E’ SINDACO
    Carapelle Calvisio, in provincia di L’Aquila, e’ il primo comune ad aver eletto il nuovo sindaco. Domenico Di Cesare, della lista civica ‘Insieme per Carapelle’ ha ottenuto 54 voti contro i 6 del suo rivale, Gaetano Tozzi. Una sola la scheda nulla.

    MpL Comunicazione @ 13:17
    Filed under: News MpL

    Sorpresa Francavilla

    Posted on martedì 17 maggio 2011

    Arriva da FRANCAVILLA A MARE la grande sorpresa del primo turno delle amministrative: non va al ballottaggio, eliminato dagli elettori, il candidato ufficiale del centrodestra. Carlo De Felice, infatti, sorretto da ben cinque liste, tra cui Pdl, Udc, Fli e La Destra, si e’ fermato al 22,34 per cento. Per la fascia tricolore, a fine mese, si sfideranno Daniele D’Amario, che ha riportato il 31,33 per cento dei suffragi e Antonio Luciani, del centrosinistra, fermatosi al 30,82 per cento. D’Amario ha guidato una coalizione composta da Le Ali, 10,19 per cento, Viva Francavilla, 9,46 per cento, Mpa, 6,99 per cento, Giustizia Sociale, 5,28 per cento, Lega Nord, 2 per cento. Per Luciani erano in lizza Pd, 11,71 per cento, Idv, 6,44 per cento, Luciani sindaco, 5,56 per cento, Francavilla cambia, 3,57 per cento.
    MpL Comunicazione @ 13:07
    Filed under: News MpL

    La ricerca del capro espiatorio

    Posted on martedì 17 maggio 2011

    Durissima e quasi incredibile la richiesta di rinvio a giudizio dei componenti la commissione grandi rischi, formulata dall’avvocato Alessandroni. L’avvocato avrebbe affermato – leggiamo su inabruzzo.com – che ci si trova davanti ad un comportamento degli scienziati presi singolarmente e come commissione così omissivo da presupporre l’accusa di dolo eventuale degli stessi. Un’accusa gravissima, mai formulata nei confronti di un singolo scienziato o gruppo di scienziati.  Secondo l’avvocato il dolo eventuale è giustificato dal fatto che  gli stessi componenti avevano pubblicato in precedenza dati scientifici precisi sulla pericolosità sismica del territorio aquilano, e al tempo stesso erano a conoscenza della debolezza degli edifici del centro storico essendo anche autori o conoscitori dei vari rapporti Barberi e Abruzzo Engineering.  Dolo eventuale, tradotto per i cittadini, significa che la commissione avrebbe mentito sapendo di mentire ed avrebbe voluto, per ragioni da valutare, far passare un periodo di crisi sismica tranquillizzando la popolazione, pur sapendo al tempo stesso che il peggio poteva accadere.  Se i difensori riuscissero a dimostrare tale fattispecie in sede processuale l’accusa sarebbe gravissima ed i componenti della Grandi Rischi andrebbero incontro ad una pena pesantissima. Il mondo della scienza è in fermento ed il primo effetto di questo processo – definito un’invasione di campo –  saranno le dimissioni di massa degli scienziati da tutte le commissioni consultive nel campo pubblico.
    MpL Comunicazione @ 12:59
    Filed under: News MpL