• Calendario/Archivio

  • maggio: 2011
    L M M G V S D
    « Apr   Giu »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

    Palazzo di Giustizia

    Posted on venerdì 13 maggio 2011

    Entro pochi mesi sarà pronta la nuova sede della Corte d’appello dell’Aquila, nei pressi della Stazione, ed entro un anno e mezzo sarà ricostruito il Tribunale in Via XX Settembre. E’ l’annuncio fatto dal presidente della Corte d’Appello dell’Aquila, Giovanni Canzio, nel fare il punto sulla ricostruzione degli uffici giudiziari a margine del "Memorial Day" che si è svolto ieri a L’Aquila. «La scadenza ci consente di pronosticare entro la fine del 2012 anche la ricostruzione del Palazzo di giustizia, nel quale andranno tutti gli altri uffici giudiziari, in modo da lasciare Bazzano, che abbiamo sempre ritenuto una sede dignitosa, ma pur sempre precaria e provvisoria».  Per Canzio, questi due canali di ricostruzione costituiscono «un grande successo per la città dell’Aquila, che in questo modo conserva la sua sede di Corte d’Appello con tutti gli uffici giudiziari. Il rischio mortale era quello di perderla per mancanza di un edificio».  «La nuova sede – prosegue – sarà un edificio pubblico di grande rilievo, che speriamo dia grande energia, rivitalizzi la città, visto che questi uffici sono frequentati da migliaia di persone, imputati, avvocati, cittadini, giudici": 
    Insomma, quando c’è la volontà le cose si fanno. E le case "E"? Ed il centro storico? Campa cavallo….
    MpL Comunicazione @ 16:41
    Filed under: News MpL

    Cialente? Bugiardo e svicolone

    Posted on venerdì 13 maggio 2011

    Prendo felicemente atto che il Sindaco si sia finalmente svegliato dal suo torpore ed abbia, per un attimo, smesso di frignare. Peccato che il risveglio dal letargo non lo veda nè lucido, nè mnemonico ma bugiardo.
    Come è noto a tutti, l’Ugl è da sempre presente nella vertenza della Sanatrix. Sin da prima del sisma, siamo stati gli unici ad affrontare le problematiche della clinica aquilana come ben dovrebbe sapere Cialente che si è visto occupare anche l’aula consiliare. Il Sindaco, inoltre, potrebbe chiedere al suo assessore Pezzopane, a quei tempi Presidente della Provincia, i verbali che attestano l’assidua presenza della UGL agli innumerevoli ed infruttuosi tavoli che la Provincia convocò su Sanatrix.
    Il Sindaco dovrebbe ricordare anche che, nel corso del recente consiglio comunale sulla sanità, svoltosi nel piazzale del S.Salvatore, l’Ugl era presente insieme a tanti altri ospiti (regione compresa), ma nessuno ha potuto prendere parola in quanto c’è stata la semplice approvazione di un ordine del giorno, già preconfezionato, senza possibilità di dibattito.
    La replica stizzita del Sindaco che, invece di attivarsi concretamente nel convocare le parti, offende il Sindacato, conferma quanto da me scritto in precedenza e cioè che: “a Cialente piace più piangersi addosso, accusando tutto il mondo delle sue mancanze, che agire.” Caro Cialente, indecente non è l’Ugl, che cerca di tutelare i lavoratori, ma lo sei tu che, invece di affrontare i problemi della città, svicoli aggrappandoti sugli specchi!
    Giuliana Vespa, UGL
    MpL Comunicazione @ 16:32
    Filed under: News MpL

    Tavolo e chiacchiere

    Posted on venerdì 13 maggio 2011

    Gli aquilani assistono ad una strana sceneggiata, comica se non fosse tragica. Il giovedì arriva Letta e tutti stanno buoni, sorridenti, allineati e coperti;  gli altri giorni della settimana, invece, la città di trasforma nell’arena del Colosseo ed i vertici delle istituzioni locali si prendono a randellate, tutti contro tutti e contro i commissari. Poi, il giovedì, arriva Letta, si fa la pace e Chiodi sciorina ottimismo a piene mani, ma solo il giovedì. Poi il venerdì ricominciano, botte da orbi e polemiche a non finire. Cialente si distingue per l’incredibile capacità mimetica: giovedì è riuscito, in una sola giornata, a giocare entrambi i ruoli. Quello di "uomo delle istituzioni" al tavolo degli Enti e quello di "tribuno della plebe" al tendone di Piazza Duomo. Incredibile ma vero….
     
    Anche questa settimana la solita scenetta. Ieri solite bordate di Cialente contro Fontana e Chiodi. Copione già visto. Oggi solito "tavolo" – alla volemose bene – ed allegati fiumi di promesse. Anche questo copione già visto. Domani, dopo i sorrisi per i fotografi di oggi,  Cialente tornerà ad attaccare Chiodi e Fontana, fino alle elezioni del 2012.  E la ricostruzione non parte.
    Ma torniamo alle promesse di oggi…
    I fondi previsti dal Governo sono adeguati. E’ stato ribadito nel tavolo odierno degli Enti istituzionali per la Ricostruzione, coordinato dal Commissario vicario, Antonio Cicchetti, presenti Chiodi e Cialente. Presente il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta.  Si e’ riaffermata la necessita’ di ricostruire rispettando adeguati standard di sicurezza – e il problema delle seconde case?  Nessuno ne ha parlato. Si e’ ribadito che i fondi stabiliti per la ricostruzione delle case E sono sufficienti a garantire all’Aquila e ai Comuni del cratere un alto livello di sicurezza.   L’obiettivo fondamentale, che tutti i soggetti coinvolti dicono a chiacchiere di voler raggiungere, e’ di accelerare i processi di ricostruzione, partecipando attivamente al Tavolo degli enti, che e’ il luogo deputato a condividere tutte le decisioni che riguardano il processo di ricostruzione.  Il Tavolo ha reso noto che sarà l’ing. Romano dei vigili del fuoco,  il soggetto attuatore dello smaltimento delle macerie. Lo farà in accordo con tutti i sindaci del cratere.Che sia la volta buona per rimuovere le macerie che stanno là da due anni?
    MpL Comunicazione @ 16:24
    Filed under: News MpL

    Conti rettifica

    Posted on venerdì 13 maggio 2011

    In riferimento agli articoli apparsi sulla stampa odierna, relativi all’assemblea pubblica della giornata di ieri, intendo fare alcune smentite e precisazioni. Il mio intervento di ieri è stato preceduto da quello del Prof. Ing. Gianfranco Ruggieri che, con dati alla mano, ha affermato che l’attuale normativa non consente di privilegiare l’aspetto sismico rispetto ad altre componenti del progetto quali il risparmio energetico e l’adeguamento alle barriere architettoniche.
    Quanto sopra è da me condiviso da tempo tant’è che avevamo chiesto al Commissario per la Ricostruzione la possibilità di superamento, qualora ce ne fosse la necessità, del limite attualmente stabilito in 400-600 euro/mq, pur rimanendo nel limite di convenienza economica.
    Il termine "atteggiamento criminale" non è certo rivolto ad alcuno dei soggetti attori della ricostruzione bensì a noi tecnici nel momento in cui con spirito remissivo mortifichiamo le nostre scelte progettuali in una logica di numeri che non ci consente di operare con scienza e coscienza professionale.
    Nel momento in cui viene firmato un progetto noi ci assumiamo responsabilità che si ripercuotono sui nostri figli e nipoti. Riaffermo il concetto, già espresso diverse volte, secondo il quale la sicurezza delle abitazioni deve essere prevalente rispetto alle finiture.
    Mi dispiace se le mie parole possano essere state travisate e chiedo scusa a chi si è sentito ingiustamente offeso. Resto a disposizione come sempre per fattive collaborazioni alla risoluzione di problematiche relative alla ricostruzione.
    Arch.Gianlorenzo Conti
    MpL Comunicazione @ 16:18
    Filed under: News MpL

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com