• Calendario/Archivio

  • maggio: 2011
    L M M G V S D
    « Apr   Giu »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  

    Riciclaggio, 10% del PIL

    Posted on martedì 10 maggio 2011

    Ormai l’economia criminale rappresenta una fetta rilevante del prodotto nazionale. Il riciclaggio pesa per oltre il 10% del Pil italiano contro il 5% stimato dal Fondo monetario internazionale a livello mondiale. È quanto afferma il vicedirettore generale della Banca d’Italia Anna Maria Tarantola nel suo intervento alla Scuola superiore economia e finanze. Secondo la Tarantola questo deriva dall’incidenza «in Italia di alcune multinazionali del crimine». Si tratta, ha spiegato «di flussi di denaro illecito che assumono rilevanza anche sul piano macroeconomico e sono suscettibili di generare gravi distorsioni nell’economia legale, alterando le condizioni di concorrenza, il corretto funzionamento dei mercati e i meccanismi fisiologici di allocazione delle risorse con riflessi sulla stessa stabilità e efficienza del sistema economico». Il riciclaggio, ha aggiunto, è un ponte fra criminalità e società civile» e offre ai criminali «gli strumenti per essere accolti e integrati nel sistema arrivando a sedere nei consigli di amministrazione e a contribuire all’assunzione di decisioni economiche, sociali e politiche rilevanti».
    MpL Comunicazione @ 20:16
    Filed under: News MpL

    E.Verini scrive

    Posted on martedì 10 maggio 2011

    Non è mai bello dover asserire di fronte a un fatto increscioso, "io lo avevo detto"; tuttavia sono costretto a ricordare che io lo avevo detto esattamente 6 mesi fa: la delibera per il centro di ricerca ENI, gli investimenti milionari connessi, i posti di lavoro qualificati che avrebbero dovuto svilupparsi, sono a rischio fortissimo per colpa della delibera patacca, portata in aula e non corretta nonostante i suggerimenti ricevuti all’epoca, dall’Assessore Riga, il cui ritiro delle deleghe, alla luce dei risultati prodotti, era stata l’unica cosa ben fatta di Cialente, prontamente vanificata dallo stesso 3 giorni dopo. I FATTI: fu votata in aula e una delibera che destinava un determinato appezzamento alla realizzazione di un centro di ricerca universitario finanziato dall’ ENI con 20 milioni di EURO.
    Il terreno sul quale era in animo la realizzazione di cui sopra, fu cambiato di destinazione, in modo da renderlo conforme all’utilizzo che si dichiarava di voler perseguire; purtroppo, benché feci notare la cosa nel dibattito consiliare, non si tenne conto del fatto che, in quel sito, vi era posizionata un’attività alberghiera che non aveva e non ha nessuna intenzione, (giustamente), di lasciare demolire la propria struttura, forte di un contratto di affitto che è nella sua piena validità.
    Denunciai la cosa pubblicamente e addirittura Cialente, in preda ad un’isteria fuori controllo, rispose accusando il sottoscritto e altri Consiglieri di essere contro gli interessi della città.
    Dunque, come era ovvio, a 6 mesi da quella votazione, non è seguito nessun inizio dei lavori per realizzare il centro di ricerca, ma è iniziato un contenzioso civile con i titolari dell’attività produttiva posta sul terreno individuato che durerà, in linea con quanto avviene in Italia, almeno 10 anni;
    Se anche al termine si otterrà un giudizio favorevole, in questo lasso di tempo l’ENI avrà realizzato il suo investimento in altri territori magari amministrati da persone capaci di favorire gli investimenti ricevuti (e già si parla della provincia di Chieti).
    Durante l’ultimo dibattito in Consiglio Comunale in cui è intervenuto il Rettore di Orio sui problemi della sanità, questi, con molta onestà e umiltà, ha pubblicamente preso atto di quanto da me riportato ed ha chiesto disperatamente all’amministrazione aquilana, di aiutarlo a individuare un nuovo sito, privo di vincoli, in cui realizzare il centro universitario.
    Ancora una volta sono costretto a denunciare tutto mediante stampa, per impedire che questa vergognosa incapacità di Riga e dell’amministrazione aquilana, privi i cittadini dell’ennesima opportunità arrivata in seguito al sisma.
    Se Cialente non provvederà immediatamente a interessarsi e a dare immediata risposta alla questione, se perderemo questa opportunità di pregio, questa volta oltre alla contrapposizione politica, mi farò carico, da cittadino aquilano, di denunciare l’amministrazione intera per inadempienza e per danno patrimoniale alla Corte dei Conti.
    Sono mezzi inusuali per il mio modo di concepire l’attività politica, ma davvero non ho più altra maniera per cercare di esercitare il mio dovere di Consigliere e di cittadino aquilano, che tiene alla propria città.
    Comunque vada, va rimarcata l’ennesima volta come questa amministrazione faccia di tutto per far vivere le conseguenze del terremoto unicamente come sciagura, senza aver la minima capacità di riscattare il dramma che nessuno potrà mai dimenticare e sempre nel rispetto del dolore di chi è stato colpito in prima persona, trasformandolo anche in un’opportunità per cambiare in meglio il nostro territorio; Concetti questi, che non albergano in questa classe dirigente, di sinistra in questo caso, ma spesso anche di destra, che da 30 anni e più, occupa tutte le responsabilità pubbliche e che oramai, possiamo dire che ha fallito l’opportunità che pur ha avuto, di fare qualcosa di buono per la nostra L’Aquila.

    Enrico Verini

    MpL Comunicazione @ 20:06
    Filed under: News MpL

    Chiavaroli difende Berlusconi

    Posted on martedì 10 maggio 2011

    "Il Presidente Berlusconi ha ricordato una cosa sotto gli occhi di tutti, ossia che l’amministrazione comunale di sinistra a L’Aquila ha fallito anche nella gestione della rimozione delle macerie post-terremoto e le reazionI furibonde di Cialente e Moroni ne sono la puntuale conferma".  È quanto afferma il portavoce del gruppo PDL in Regione, Riccardo Chiavaroli. "Il Sindaco Cialente – prosegue Chiavaroli – evidentemente punto nel vivo di uno dei suoi insuccessi, dimentica di ricordare una questione molto semplice: ossia che con apposita ordinanza della Protezione Civile nell’estate 2009 fu affidata ai Sindaci la competenza diretta per la rimozione delle macerie negli spazi pubblici; nel marzo 2010, preso atto che nel Comune dell’Aquila vi era una totale inerzia sulla questione, la competenza venne assegnata al Commissario Chiodi". "Ed infatti – ricorda ancora il portavoce PdL – solo da quel momento la rimozione delle macerie dagli spazi pubblici di pertinenza del Commissario e’ stata avviata e viene portata avanti, mentre lo smaltimento dei detriti nelle aree private, giova ribadirlo, avverrà a carico delle ditte che effettueranno i lavori di ricostruzione". "Cialente sbaglia – conclude Chiavaroli – se, non potendosi giocare l’ormai abusata minaccia di dimissioni, pensa che sia sufficiente buttare fumo negli occhi degli aquilani accusando il Presidente Berlusconi di mentire o di essere malinformato, perché le menzogne, la disinformazione, e aggiungerei l’incapacità, risiedono proprio nell’amministrazione aquilana che – mi spiace ricordarlo – sulle macerie l’unica cosa che ha saputo fare è quel capolavoro, ai limiti della illegalità ed illiceità, della famigerata gara (poi annullata) per la cava exTeges".
    MpL Comunicazione @ 20:04
    Filed under: News MpL

    Liris replica a Pezzopane

    Posted on martedì 10 maggio 2011

    “In riferimento alle mie affermazioni circa la mancata presentazione da parte del settore Sociale del Comune dell’Aquila di progetti concreti per poter usufruire del milione di euro stanziati dal Monte Paschi di Siena da destinare allo Sport, Sociale ed Infanzia, ed in riferimento alla risposta “avvelenata” dell’Assessore comunale alle Politiche Sociali Stefania Pezzopane, ritengo di dover intervenire con la dovuta precisione e dovizia di particolari, al fine di rendere pubblico e chiaro il contenuto e lo stato di attuazione del Protocollo d’intesa stipulato tra Banca Monte Paschi di Siena e Provincia dell’Aquila.

    Capisco, ma ugualmente mi stupisce, la caduta di stile dell’assessore Pezzopane dovuta probabilmente al fatto di essere stata punta sul vivo su di un argomento che ha inesorabilmente sottolineato la confusione, l’approssimazione ed il malcontento che regnano all’interno dell’Amministrazione Comunale della nostra città: si era semplicemente chiesto di produrre progetti di rilevanza sociale e sportiva onde poter usufruire dei 980.000€ che l’Amministrazione Provinciale, attraverso un costante e fruttuoso rapporto con l’Istituto M.P.S., ha messo a disposizione dei comuni ricadenti nel cratere; la Commissione preposta a giudicare l’accettabilità dei progetti ha ritenuto di rigettare tutti quelli di competenza “sociale” non ritenendoli sufficientemente concreti e chiari, l’Amministrazione Provinciale ha provveduto a richiedere al comune che venissero riformati i progetti attinenti al sociale in maniera conforme alle esigenze dell’ente erogatore delle somme nonché alle caratteristiche specificate dal M.P.S; ad oggi, da parte del Comune, risulta pervenuto un solo progetto di importo pari a 50.000 €.

    Alla luce della ricostruzione dei fatti, reale ed inconfutabile, ritengo che gli unici ad aver diritto ad indignarsi per quanto da me dichiarato, debbano essere solo e soltanto l’Amministrazione Provinciale che si è fatta parte attiva del Protocollo d’Intesa, il Monte dei Paschi di Siena per l’impegno profuso per la raccolta fondi e soprattutto i cittadini aquilani che per lungaggini, incompetenze e disinteresse, rischiano di perdere opportunità concrete di ricostruzione.

    Vorrei ricordare a me stesso e soprattutto all’Assessore Pezzopane che non basta elencare buoni propositi e progetti lungimiranti: le Amministrazioni parlano per atti ufficiali tramite Delibere di Giunta; nella mia veste di Assessore Provinciale allo Sport, ritengo di dover dar seguito in maniera distinta ai due ambiti, Sport e Sociale, affinché i progetti presentati, approvati e finanziati nell’ambito sportivo, non debbano subire ulteriori ritardi, zavorrati da lungaggini inaccettabili ed ingiustificate dell’operato del Comune”.

    MpL Comunicazione @ 20:00
    Filed under: News MpL