• Calendario/Archivio

  • aprile: 2011
    L M M G V S D
    « Mar   Mag »
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  

    Ceci: ordinanza importante

    Posted on domenica 17 aprile 2011

    Il 7 aprile scorso è stata emanata l’ordinanza n 2931 a firma Silvio Berlusconi.  È un’ordinanza passata inosservata a molti, ma che invece può costituire un primo importate passo per velocizzare finalmente il processo della ricostruzione.  Cosa dice di importante questa Ordinanza nel solito burocratese? Una cosa semplice: “Il commissario può avvalersi degli Enti proprietari dei relativi immobili quali soggetti attuatori, nei limiti delle risorse umane e strumentali già disponibili a legislazione vigente, i quali possono provvedere ove necessario con le deroghe riconosciute allo stesso Commissario”. (more…)
    MpL Comunicazione @ 19:56
    Filed under: News MpL

    Papa: tecnologia non basta

    Posted on domenica 17 aprile 2011

    Mentre dal Giappone arrivano notizie sempre più inquietanti sulla pratica impossibilità di controllare i reattori nucleari, il Papa lancia un duro monito. Il progresso scientifico e tecnologico non riesce a salvarci dalle «tempeste minacciose» che gravano «sopra la storia». Lo ha detto Benedetto XVI nell’omelia della messa della Domenica delle Palme celebrata in piazza San Pietro per  oltre 50mila fedeli. «Insieme con le nostre capacità – ha osservato – non è cresciuto soltanto il bene. Anche le possibilità del male sono aumentate e si pongono come. Anche i nostri limiti sono rimasti: basti pensare alle catastrofi che in questi mesi hanno afflitto e continuano ad affliggere l’umanità». Secondo il Papa, «da sempre gli uomini sono stati ricolmi, e oggi lo sono quanto mai, del desiderio di ‘essere come Dio’, di raggiungere essi stessi l’altezza di Dio». Infatti, «i tutte le invenzioni dello spirito umano si cerca, in ultima analisi, di ottenere delle ali, per potersi elevare, per diventare indipendenti, totalmente liberi, come lo è Dio. Tante cose l’umanità ha potuto realizzare: siamo in grado di volare. Possiamo vederci, ascoltarci e parlarci da un capo all’altro del mondo. E tuttavia – ha rilevato il Pontefice – la forza di gravità che ci tira in basso è potente». «Le grandi conquiste della tecnica – ha solennemente scandito il Pontefice – ci rendono liberi e sono elementi del progresso dell’umanità soltanto se le nostre mani diventano innocenti e il nostro cuore puro, se siamo in ricerca della verità, in ricerca di Dio stesso, e ci lasciamo toccare ed interpellare dal suo amore. In definitiva, dunque, »se in umiltà riconosciamo che dobbiamo essere attirati verso l’alto; se abbandoniamo la superbia di volere noi stessi farci Dio». «Abbiamo bisogno di Lui – ha concluso – nell’essere sorretti dalle sue mani, cioè nella fede, Dio ci dà il giusto orientamento e la forza interiore che ci solleva in alto. Abbiamo bisogno dell’umiltà della fede che cerca il volto di Dio e si affida alla verità del suo amore».
    MpL Comunicazione @ 12:22
    Filed under: News MpL

    A.A.A. Obama cercasi

    Posted on domenica 17 aprile 2011

    Ebbene sì. Non possiamo negarlo. Dopo la solenne promessa agli aquilani, non mantenuta,  Obama a noi di MpL è diventato francamente antipatico.  Già lo ritenevamo un chiacchierone senza costrutto, un abile millantatore,  un furbastro abile e fortunato, una persona ambigua dai mille volti. Il nostro convincimento si è consolidato dopo la visita del Presidente all’Aquila, in occasione del G8.
    Obama si fece riprendere dai media di tutto il mondo, in maniche di camicia, tra le rovine del centro, apparentemente commosso. Arrivò addirittura ad abbracciare la Pezzopane in Piazza.  Lasciò L’Aquila con un annuncio teatrale che gli valse la simpatia di mezzo mondo:  "Porto l’Aquila nel cuore". Promise importanti aiuti da parte del grande Governo Federale dei grandi Stati Uniti d’America. Ebbene a due anni dal terremoto, gli aiuti di Obama nessuno li ha visti. Gli aiuti non sono mai arrivati, nonostante i solleciti.  
    Eh già. L’Obama furbetto è stato smascherato.  La Germania ha promesso e mantenuto, il disastrato Giappone pure, la Francia, l’Austria, la Spagna…finanche il Canada ci ha voluto dare una mano. 
    Ma Obama no, Obama ha dimenticato L’Aquila.  E questo vizietto di dimenticare le promesse, Obama lo deve aver esercitato anche nel suo Paese, dove il suo consenso precipita. Chi la fa l’aspetti.
    MpL Comunicazione @ 11:50
    Filed under: News MpL

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com