• Calendario/Archivio

  • luglio: 2010
    L M M G V S D
    « Giu   Ago »
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

    Questura su tafferugli

    Posted on mercoledì 7 luglio 2010

    La versione dei fatti fornita dalla Questura conferma il racconto di Liris (vedi precedenti post). A scatenare i tafferugli tra gli aquilani e forze dell’ordine non  sono stati i manifestanti, ma elementi   "per lo piu’ estranei ai terremotat che hanno iniziato a premere sul cordone delle forze dell’ordine chiedendo con veemenza di raggiungere Piazza Montecitorio".  Si tratterebbe di "appartenenti all’area antagonista e di rappresentanti di centri sociali", seguiti solo da pochi partecipanti al corteo.  E’ la ricostruzione fornita al Capo della Polizia Antonio Manganelli e dal questore della Capitale, Giuseppe Caruso, nella quale si evidenzia che "l’opera di mediazione svolta dai funzionari preposti al servizio di Ordine Pubblico e dallo stesso sindaco dell’Aquila e’ stata resa difficoltosa a causa della presenza tra i manifestanti di appartenenti all’area antagonista e di rappresentanti di centri sociali di Roma e dell’Aquila, che incitavano a forzare il blocco per strumentalizzare possibili disordini".   La manifestazione, si legge in una nota della Questura, si era svolta "pacificamente, salvo qualche minimale tentativo di forzare il cordone delle forze dell’ordine", e prevedeva un piccolo presidio in piazza SS Apostoli e lo spostamento di una delegazione a Piazza Montecitorio (una delegazione, e non tutto il corteo precisa la Questura) per poi radunarsi nel pomeriggio in Piazza Navona.  Momenti di tensione ulteriori sono stati creati quando qualcuno alla testa della manifestazione ha provato a spostare l’intero corteo a Montecitorio, dove la piazza era già occupata dalla manifestazione nazionale degli invalidi.  Nel corso dei tafferugli, riferisce la Questura, sono rimaste lievemente ferite 2 persone;  una di queste si era gia’ resa responsabile di attivita’ analoghe.  La relazione del questore – corredata da video inequivocabili –  e’ stata presentata in un apposito incontro tra Manganelli e il ministro dell’Interno Roberto Maroni.
    MpL Comunicazione @ 20:18
    Filed under: News MpL

    Tasse, 10 anni

    Posted on mercoledì 7 luglio 2010

    Come avevamo anticipato, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta d’intesa con il Ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, ha comunicato che il recupero dei tributi e dei contributi non versati per effetto della sospensione disposta a causa del terremoto che ha colpito la provincia dell’Aquila nell’aprile 2009, sarà effettuato in 120 rate mensili a decorrere dal gennaio 2011. A tal fine il governo presenterà in aula al Senato un apposito emendamento al decreto legge sulla manovra, per ripartire il pagamento su 10 anni anziché su 5.
    MpL Comunicazione @ 20:06
    Filed under: News MpL

    Cialente su scontri

    Posted on mercoledì 7 luglio 2010

    «È stato allucinante vedere gente tranquilla e pacifica coinvolta negli scontri di oggi con le Forze dell’ordine. Sono sconvolto per aver visto in prima fila professori universitari, noti imprenditori e pensionati, ovvero gente normale, che nella vita mai avrebbe pensato di trovarsi al centro di scontri del genere», dice amareggianto Cialente. «Io mi sono trovato in mezzo agli scontri fra le Forze dell’ordine e i manifestanti, ho cercato di sedare gli animi e per questo sono stato calpestato e ho preso un po’ di botte. Oggi è andato in scena il dolore e il terrore di una città e quello che è accaduto, ovvero caricare gente tranquilla che vuole solo manifestare non è stato uno spettacolo edificante».
    MpL Comunicazione @ 18:19
    Filed under: News MpL

    Liris: palesi strumentalizzazioni

    Posted on mercoledì 7 luglio 2010

    Il Consigliere provinciale PDL dell’Aquila, Guido Liris, presente  a Roma in rappresentanza della Provincia,  ha denunciato "gravi e palesi strumentalizzazioni della manifestazione da parte di pochi violenti e  facinorosi".  Secondo Liris elementi  estranei al corteo hanno "fomentato ed   istigato chi pacificamente voleva raggiungere il luogo prestabilito a Roma".  "Mi sono recato personalmente con la fascia della Provincia davanti Palazzo Grazioli  – ha detto Liris – per richiamare alcuni concittadini che sono stati deviati palesemente in modo strumentale cercando di riportarli verso il percorso previsto nel programma della manifestazione". "Sono stati inqualificabili i comportamenti di quei soggetti che, sfruttando la manifestazione,  hanno voluto orchestrare una protesta fuori da ogni contesto". "Infine – conclude Liris – ringraziamo il Presidente del Senato, Renato Schifani, il quale ricevendoci in delegazione, ha espresso il suo personale impegno sulla questione della  rateizzazione della restituzione delle tasse, già all’attenzione del Governo". Una questione, quella della rateizzazione, già posta all’attenzione del Governo dal Presidente della Provincia Del Corvo e dal Commissario Chiodi, e quindi del tutto indipendente, come esito, dalla manifestazione odierna.
    MpL Comunicazione @ 17:09
    Filed under: News MpL

    Maroni convoca questore

    Posted on mercoledì 7 luglio 2010

    Qualcosa è andato storto alla manifestazione dei 5mila aquilani a Roma. Per accertare la verità, il Ministro degli Interni Maroni ha convocato, al Viminale, i vertici della questura di Roma.  Secondo le prime indiscrezioni della Questura, i manifestanti non avrebbero richiesto le necessarie e dettagliate autorizzazioni per la manifestazione, né per l’ingresso dei bus a Roma centro. In ogni caso, si fa sapere da fonti della Questura, il corteo non avrebbe potuto raggiungere piazza di Montecitorio, già occupata dalla autorizzata manifestazione nazionale degli invalidi civili. I tafferugli, peraltro limitati, sarebbero scoppiati quando i manifestanti hanno tentato di forzare i blocchi posti a protezione di aree dove l’accesso del corteo non era stato autorizzato.  Nelle prossime ore si farà chiarezza. 
    Certo è che se le cose stanno come recitano le indiscrezioni della Questura, delle due l’una. O la manifestazione è stata organizzata da incompetenti ed imbecilli, oppure le manganellate sono state scientificamente ricercate, sollecitate ed alla fine ottenute.  Forse qualcuno ( e qualcuna) soffia sul fuoco del dolore aquilano, in un gioco cinico e personalistico del "tanto è peggio tanto è meglio". Che tristezza vedere Di Pietro (cosa ha fatto questo signore per il post terremoto?) in piazza con gli aquilani, fomentare la "rivolta sociale" e la "resistenza" contro il Governo. Noi non siamo questo, e ne prendiamo decisamente le distanze.
    MpL Comunicazione @ 16:59
    Filed under: News MpL

    UIL su terremoto

    Posted on mercoledì 7 luglio 2010

    Il Governo deve convincersi che un grande Paese come l’Italia, pur nel contesto difficile e di ristrettezze che stiamo vivendo, non può lesinare le risorse per la ricostruzione e il rilancio economico della conca aquilana. La chiusura sulle tasse e l’assurda discriminazione contro i redditi fissi, la vera base fiscale del Paese, alimentano la preoccupazione che, dopo il primo anno in cui si è fronteggiata l’emergenza, si affievolisca la spinta alla ricostruzione/rinascita, che richiederà invece un lavoro di lunga lena, progetti, risorse, continuità e unità tra le Istituzioni a tutti i livelli. Le agevolazioni fiscali in favore dei cittadini colpiti dal sisma devono essere almeno uguali a quelle a suo tempo assicurate in Umbria e nelle Marche. Le risorse per lo sviluppo della regione e il pacchetto per il rilancio dell’economia e del lavoro nel cratere devono essere al centro del confronto con il Governo, che deve sentirsi coinvolto come nei primi giorni, tragici ma fattivi, del dopo-terremoto.
    Pietro Paolelli, UIL
    MpL Comunicazione @ 16:39
    Filed under: News MpL

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com