• Calendario/Archivio

  • novembre 2009
    L M M G V S D
    « Nov   Dic »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  

    Di proroga in proroga

    Posted on mercoledì 18 novembre 2009

    Com’era ovvio, sono stati ulteriormente prorogati di 30 giorni  i termini per la presentazione delle domande di ristrutturazione per i lavori "leggeri" (B e C).  Seguiranno certamente ulteriori proroghe.  Ad otto mesi dal terremoto, la ricostruzione non è ancora partita; come è a tutti evidente sussistono enormi problemi finanche per i piccoli lavori. Figuriamoci cosa accadrà per la ricostruzione pesante (E) e per il centro storico, ermeticamente sigillato, e del quale neppure si parla. Mentre la politica chiacchiera su "cabine di regia",  "task force" e "governance",  L’Aquila non riesce a  ripartire.  Questi sono i frutti avvelenati di ordinanze incomprensibili, direttive cervellotiche, mancanza di fondi, burocrazie borboniche. tecnici  ingordi.   O si cambia passo o si muore.  E la zona franca?  C’è, ma a Pescara…
    MpL Comunicazione @ 12:30
    Filed under: News MpL

    Elezioni anticipate

    Posted on mercoledì 18 novembre 2009

    Chiaro messaggio di Berlusconi a Fini. Quasi un ultimatum. Affidato alla seconda carica dello Stato, Renato Schifani.  Secondo fonti vicine al Cavaliere, il presunto "doppiogiochismo" di Fini avrebbe stancato. Il Presidente del Senato interviene all’inaugurazione dell’anno accademico del collegio universitario «Lamaro Pozzani» ed evoca  senza mezzi termini l’ipotesi di «elezioni anticipate». Secondo il presidente del Senato, "se viene meno la compattezza il giudice ultimo non può che essere il corpo elettorale". Frasi chiarissime che vanno lette alla luce delle continue fibrillazioni all’interno della coalizione di governo e dello stesso Pdl. Dice Schifani: "Compito del governo è lavorare per realizzare il programma concordemente definito al momento delle elezioni. Compito dell’opposizione è esercitare il proprio ruolo di critica e di proposta alternativa, in coerenza con il proprio mandato elettorale. Compito della maggioranza è garantire che in Parlamento il programma del governo trovi la compattezza degli eletti per approvarlo. Se questa compattezza viene meno, il risultato è il non rispetto del patto elettorale. Se ciò si verificasse, giudice ultimo non può che essere, attraverso nuove elezioni, il corpo elettorale".  Fini avvisato, mezzo salvato…
    MpL Comunicazione @ 09:42
    Filed under: News MpL

    Eravamo 73.000

    Posted on mercoledì 18 novembre 2009

    Ieri i numeri dalla Protezione Civile.  Dove sono finiti i 73mila aquilani?  La maggior parte ha applicato l’arte di arrangiarsi, perché i conti non tornano. Vedete voi.  La Protezione Civile dice che sono 21.874  le persone attualmente assistite  dopo il terremoto.
    671 sono ancora nelle tendopoli dell’Aquilano,
    13.224 si trovano in alberghi e altre strutture in Abruzzo e fuori regione,
    1.217 persone sono ospitate nella caserma della Guardia di Finanza di Coppito,
    7.979 sono  coloro che alloggiano in case private (di cui 6.371 in provincia di Teramo, 1.396 a Pescara, 212 a Chieti);
    4.764 sono nelle CASE;
    480 nei MAP, Moduli Abitativi Provvisori.
    Dei 13.224 in Hotel: 3.675 sono in hotel della provincia,  5.971 si trovano in provincia di Teramo, 1.557 in provincia di Pescara, 636 in quella di Chieti, 114 ad Ascoli Piceno, 49 nel Lazio, 2 in Umbria e 3 in Molise.
    La differenza tra residenti ed assistiti è di ben 51.126 persone.  Come sono sistemati? Non esiste un censimento ufficiale,  ma è evidente che molti aquilani sono tornati nella loro casa agibile A (anche senza fare i piccoli lavori), molti altri sono ospitati presso parenti ed amici, altri in roulotte e casette di legno, molti abitano case B in attesa dei lavori, moltissimi altri hanno rimesso in uso case rurali abbandonate nei paesi limitrofi (mai visto tanto traffico a Lucoli o Tornimparte o Marruci….).
    MpL Comunicazione @ 08:15
    Filed under: News MpL

    Ricostruzione burocratica

    Posted on mercoledì 18 novembre 2009

    In corso di pubblicazione su Abruzzo Impresa – Quasi otto mesi dopo. All’Aquila perdura l’emergenza, ulteriormente aggravata dall’inverno. Per migliaia di appartamenti sarebbe bastato pochissimo, per limitare ulteriori danni, ma la “zona rossa” è stata sigillata ermeticamente e non ci è stato consentito di fare nulla per salvare almeno il salvabile. E’ questa una delle tante incomprensibili stranezze della gestione post-terremoto, certamente non l’unica. Un dubbio sempre più forte pervade gli aquilani: ma fatte le CASE ed  i MAP, ovvero i moduli abitativi  più o meno "provvisori", si ricostruirà davvero L’Aquila? Finora non si è ricostruito un bel nulla: pure il recupero delle abitazioni lievemente danneggiate procede con incredibile lentezza e le risorse disponibili (finora poche) sono state praticamente assorbite dalla gestione dell’emergenza e dalle "new town" del Progetto CASE. (more…)
    MpL Comunicazione @ 00:49
    Filed under: News MpL

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com