• Calendario/Archivio

  • maggio: 2009
    L M M G V S D
    « Apr   Giu »
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031

    Brutte cose del dopo sisma

    Posted on sabato 23 maggio 2009

    Speculazione e violenza dopo il terremoto. A uno sfollato dell’Aquila che voleva ristrutturare la propria abitazione in seguito al sisma del 6 aprile, due istituti di credito hanno proposto tassi di interesse dell’8,50 e dell’8,90%. Le conversazioni con i bancari non sono pero’ sfuggite a giornalisti di un’emittente locale, che le hanno registrate e mandate in onda. (more…)

    MpL Comunicazione @ 21:38
    Filed under: News MpL

    Tornate a casa

    Posted on sabato 23 maggio 2009

    Non c’è l’obbligo di rientrare nelle case dichiarate agibili, ma tra quindici giorni, chi non rientrerà nella propria casa agibile, dovrà arrangiarsi a proprie spese. Ed è, quindi, un obbligo “indotto”. Le case teoricamente agibili, fino all’ordinanza di rientro, sono circa ventimila (categoria A) e altre diecimila lo saranno con piccoli lavori (categoria B), mentre ufficialmente, con l’ultimo elenco di 518 unità, il sesto, i fabbricati che, in seguito alle verifiche, hanno ottenuto esito “A”, nei quali si è autorizzati a rientrare, sono diventati più di tremila. (more…)

    MpL Comunicazione @ 15:38
    Filed under: News MpL

    Case B

    Posted on sabato 23 maggio 2009

    Continuiamo a ricevere molte e-mail e telefonate di amici aquilani sempre sullo stesso, sentito argomento. Tutti chiedono di poter rientrare in casa (parliamo di appartamenti B) e di poter fare i lavori con calma.  Una proposta logica che abbiamo già girato a chi di dovere da settimane, ma senza ottenere alcuna  risposta come usano fare Cialente e la Protezione Civile. (more…)

    MpL Comunicazione @ 09:26
    Filed under: News MpL

    Ascom boccia decreto

    Posted on sabato 23 maggio 2009

    Convocato d’urgenza dal Presidente Ascom Alberto Capretti, si è riunito stamattina alle ore 9 il Consiglio Circondariale Confcommercio L’Aquila per esaminare le problematiche irrisolte da parte dell’Amministrazione Comunale legate alle conseguenze del sisma del 6 Aprile che hanno impedito a oltre 1.000 operatori economici cittadini di svolgere le proprie attività a causa dei danni subiti. (more…)

    MpL Comunicazione @ 09:03
    Filed under: News MpL

    Decreto, insomma

    Posted on sabato 23 maggio 2009

    L’aula del Senato ha dato via libera al dl terremoto con 135 voti favorevoli, zero contrari e 90 astenuti. Il Pd si è astenuto dal voto finale, la decisione era stata presa nel corso della riunione del gruppo, che aveva chiesto al Presidente Schifani una sospensione di mezz’ora prima delle dichiarazioni di voto e del voto finale. Ora il provvedimento passa all’esame dell Camera.

    L’aula del Senato ha dato via libera all’emendamento che prevede il diritto al rimborso a fondo perduto del 100% delle spese sostenute per ricostruire, riparare o riscquistare alloggi equivalenti alle prime case danneggiate dal sisma. Del tutto insoddisfacente la parte del decreto sulle seconde case (vedi precedenti articoli). Non si è compreso che all’Aquila l’impossibilità di ristrutturare la seconda casa, per mancanza di sufficiente sostegno pubblico, impedirà pure la ricostruzione delle prime case. Secondo Bertolaso, il contributo per la ristrutturazione/ricostruzione della seconda casa non potrà superare in ogni caso 80mila euro. Non è chiaro inoltre se si tratti di fondo perduto o credito d’imposta.

    E’ ovvio che con 80mila euro si potrà ristrutturare molto (se a fondo perduto) ma non si potrà ricostruire niente. Quindi chi ha risparmiato per una vita per comprare una seconda casa da affittare, dovrà mettere pesantemente mano al portafogli per rivedere la propria abitazione. E se tale abitazione fa parte integrante di un condomio distrutto, dovranno essere i proprietari della prima casa a sobbarcarsi anche la ristrutturazione delle seconde case?

    Bertolaso non chiarisce, e si limita a dire. "Dovranno essere i condomini ad esprimere una linea comune". Una posizione pressapochista ed inaccettabile: senza un indirizzo chiaro e preciso su come fare e su quali soluzioni adottare, le riunioni di condominio finiranno in liti feroci oppure in un nulla di fatto. Il decreto e le ordinanze devono fornire soluzioni e fornire assistenza tencica ai proprietari e non invece creare le condizioni, com’è oggi,  per cause civili e liti infinite. Se le cose si impostano lasciando ai condomini l’onere di trovare una soluzione introvabile, ladddove nei compendi siano presenti seconde e terze case, si creano le basi per rinviare "sine die" la ricostruzione della città.  

    Del tutto insoddisfacente pure l’orizzonte temporale della ricostruzione: 24 anni, un’eternità. Inaccettabile.

    MpL Comunicazione @ 00:59
    Filed under: News MpL

    Sospendere la burocrazia

    Posted on sabato 23 maggio 2009

    Su questo sito qualcuno scrisse pochi giorni dopo il sisma: "La burocrazia farà più vittime del sisma e la ricostruzione, nelle mani dei burocrati,  sarà un secondo disastro".  Che parole profetiche! Lo vediamo ogni giorno: procedure assurde, code ovunque, autostrade in tilt ai caselli, ecc. ecc. (more…)

    MpL Comunicazione @ 00:52
    Filed under: News MpL