• Calendario/Archivio

  • aprile: 2021
    L M M G V S D
    « Mar    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
    17 morti

    Posted on venerdì 1 aprile 2011

    A due anni dal sisma del 6 aprile del 2009 in cui sono morte 309 persone, e migliaia sono rimaste invalide, si apre oggi il primo processo della maxi inchiesta sui crolli (sono 220 quelli finiti sotto la lente della Procura aquilana). Si tratta di uno dei siti, via Generale Rossi,  dove il crollo dell’edificio provocò il maggior numero di morti: ben  17 persone. Sotto inchiesta gli ingegneri aquilani Diego De Angelis, che fu direttore dei lavori e amministratore del condominio, e Davide De Angelis, collaudatore, oltre che del titolare dell’impresa che 12 anni fa fece i lavori Angelo Esposito. Secondo le tesi del Pm, Fabio Picuti sulla scorta di una perizia redatta da quattro docenti, alla base della tragedia ci sarebbe stata l’erronea ristrutturazione del tetto che avrebbe appesantito la struttura.  Per l’accusa il tetto avrebbe avuto un peso doppio rispetto a prima. Inoltre non sarebbero state fatte delle prove di carico.  Nel corso della precedente udienza il giudice aveva ammesso la costituzione di 45 parti civili compresa quella del Comune dell’Aquila nonostante le opposizioni dei legali della difesa. Tra i superstiti ricordiamo una ragazza di Teramo, Marta Valente, recuperata da una squadra di speleologi dopo 23 ore sotto le macerie.
    MpL Comunicazione @ 10:10
    Filed under: News MpL

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Privacy policy

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com