• Calendario/Archivio

  • ottobre: 2018
    L M M G V S D
    « Set    
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  
    Riflessione breve sulla manovra economica del Governo

    Postato lunedì 15 ottobre 2018

    Trattato di Maastricht, correva l’anno 1992

     

    di Piero Carducci, economista

    Nell’incandescente dibattito in atto sulle rigide regole europee, come i famosi parametri sul deficit/PIL, c’è un punto cruciale che quasi tutti gli “analisti” della carta stampata dimenticano (o fanno finta di dimenticare). Il caposaldo del Trattato di Maastricht del 1992, poi ripetuto in tutti gli altri Trattati, era quello di garantire la piena occupazione e il potenziamento dello stato del benessere. E non a caso dico che l’obiettivo “era” la piena occupazione, perché questo obiettivo primario è miseramente fallito. L’austerità finanziaria – mi sembra evidente –  non ha portato né piena occupazione né potenziamento dello stato del benessere. Un solo Paese ha beneficiato pienamente dei trattati: la Germania, peraltro graziata nel 1990 dall’obbligo del rispetto dei parametri con una enorme cancellazione del debito.

    (more…)

    MpL Comunicazione @ 13:27
    Filed under: News MpL
    Quota 100: duro attacco di Boeri

    Postato giovedì 11 ottobre 2018

    Si accende lo scontro sulle pensioni. Boeri attacca “quota 100” e Salvini replica: dimettiti e candidati

    Durissimo attacco del Presidente dell’Inps, Boeri, alla politica economica del Governo. Boeri ha difeso la legge Fornero, che lega l’età pensionistica alla speranza di vita.  Non è la prima volta che il presidente dell’Inps, Tito Boeri, critica la riforma pensionistica a quota 100 fortemente voluta dal governo.  Ma oggi Boeri oggi ha giocato un inedito ruolo politico  e  durante un’audizione alla commissione Lavoro della Camera ha sparato a zero sulla “quota 100”.  Immediata la reazione di  Salvini: “Da italiano invito il dottor Boeri, che anche oggi difende la sua amata legge Fornero, a dimettersi dalla presidenza dell’Inps e a presentarsi alle prossime elezioni chiedendo il voto per mandare la gente in pensione a 80 anni”.

    (more…)

    MpL Comunicazione @ 12:53
    Filed under: News MpL
    Il ricatto dello spread

    Postato mercoledì 10 ottobre 2018

    Risultati immagini per figura di ricatto dei mercati

    Il ricatto dello spread. Il sistema finanziario globale destabilizza governi per imporre la propria linea.

     

    L’ultima volta fu in occasione del Referendum costituzionale del 4 dicembre,  quando la grande maggioranza degli italiani respinse il testo di legge costituzionale della cosiddetta riforma Renzi-Boschi.  Lo spread fu agitato e minacciato per influenzare il voto degli italiani, predicendo come sempre  carestie, guerre e sventure ove il Referendum fosse stato bocciato.

    (more…)

    MpL Comunicazione @ 21:51
    Filed under: News MpL
    Savona: “L’Europa va contro un Iceberg”

    Postato martedì 9 ottobre 2018

    Risultati immagini per foto savona paolo ministro

    l ministro per le Politiche Ue Paolo Savona difende la scelta del governo di alzare al 2,4% del Pil l’asticella del deficit 2019

    Il ministro agli Affari europei Paolo Savona ha incontrato per più di due ore i giornalisti alla sede della stampa estera a Roma e usando provocatoriamente la metafora del Titanic ha difeso la manovra economica.  Intanto si scatenano le lobbies e gli opinionisti “finanziari”:  è tornato il ricatto dello spread come nel 2011, quando le agenzie di rating contribuirono a destabilizzare il mercato dei titoli di Stato italiani e fu creato  spazio politico al Governo Monti.  Anche oggi lo spread viene agitato per influenzare le scelte del Governo. La storia si ripete…

      (more…)

    MpL Comunicazione @ 13:22
    Filed under: News MpL
    Sicurezza autostrade. La Gerardis fa chiarezza

    Postato lunedì 8 ottobre 2018

    Rampa di accesso casello Campo Felice-Tornimparte A24

    Rampa di accesso casello Campo Felice-Tornimparte  – A24

     

    Importante intervento dell’avvocato Cristina Gerardis, consulente legislativo alla Camera dei deputati ed ex direttore generale in Regione Abruzzo.  La Gerardis interviene sulla accesa polemica politica di questi giorni sulla messa in sicurezza delle autostrade abruzzesi che, sulla base del decreto del Governo, si farà attingendo ad una piccola parte dei fondi per il Masterplan.  L’Abruzzo, scrive la Gerardis,  non perde assolutamente 200 milioni impegnati, semplicemente perché l’unico presupposto per utilizzare queste risorse è che non vi siano, sino ad oggi, sulle risorse da rimodulare, impegni giuridicamente vincolanti. Di seguito l’importante chiarimento della Gerardis, una vera lezione tecnica ed anche di stile che taglia di netto tante strumentali polemiche sulla vicenda. Leggi tutto…

    (more…)

    MpL Comunicazione @ 12:55
    Filed under: News MpL
    L’Europa o cambia o muore

    Postato sabato 6 ottobre 2018

    Risultati immagini per foto del collasso dell'euro

    Il Ministro Savona presenta il “Piano A” per salvare l’Euro: più deficit salva-Stati e Bce anti-spread.

     

    Arriva la resa dei conti. L’Eurozona non funziona e le regole attuali non sono più sostenibili. Il Ministro Paolo Savona ha presentato all’Europa il Piano A, semplicemente perché il Piano B (uscita dall’Euro) non esiste. Ma se non cambiano le regole, l’Euro collasserà da solo. O l’Europa diventa una vera unione monetaria, con la Bce prestatore di ultima istanza (ovvero con il ruolo vero di Banca centrale che garantisce i debiti degli Stati membri) o la valuta comune rischia una fine disastrosa per tutti. 

    Più volte accusato di voler uscire dall’Euro con un fantasioso Piano B, il ministro Savona chiarisce che per lui “la moneta unica è indispensabile per il buon funzionamento di un mercato unico”. Ma perché l’euro sopravviva l’Europa deve cambiarne il funzionamento, traendo le opportune lezioni dalla terribile esperienza della Grecia. È questo il famoso “piano A” di Paolo Savona, che ha inviato a Bruxelles un documento dal titolo “Una politeia per un’Europa diversa, più forte e più equa”. Politeia, termine che in greco antico indica la comunità di cittadini e il suo legame con lo Stato, non le pure e semplici istituzioni o le norme che esse applicano. Una parola scelta non a caso, per sottolineare la necessità di rinsaldare quel legame tra politica comunitaria e società che in questi anni si è lacerato fino a innescare un risorgere dei nazionalismi. Ma cosa significa in concreto? 

    Leggi tutto…

    (more…)

    MpL Comunicazione @ 18:45
    Filed under: News MpL